mercoledì 23 luglio 2014

Home Generali Ambiente e Territorio Il 12 Febbraio, quest’anno, ci si illumina con fonti rinnovabili

E' giunta alla sesta edizione "M'illumino di meno" e quest'anno si passa dalla fase di risparmio energetico a quella di illuminazione da fonti pulite; molte le adesioni  tra cui il Comune di Marsciano, un bed and breakfast tuderte, che userà solo candele per l'occasione, l'Istituto compensivo Ciuffelli di Massa Martana ed un'azienda di Deruta.
Il 12 Febbraio, quest’anno, ci si illumina con fonti rinnovabili

M’illumino di meno è giunta alla sua sesta edizione: la giornata del risparmio energetico, lanciata nel 2004 dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda quotidianamente su Rai Radio 2, è tutti gli anni un’occasione per ragionare tutti insieme su come ridurre i nostri consumi quotidiani per vivere meglio con il pianeta.
Da subito, M’illumino di meno, è diventata un’iniziativa a cui aderiscono migliaia e migliaia di cittadini, scuole, privati, molte aziende, associazioni ed enti locali, con azioni concrete nella giornata in cui si svolge l’evento ed azioni informative nei giorni che lo precedono.
Quest’anno si è voluti passare dall’ottica del risparmio energetico, a quella della produzione verde: invece che spegnere tutti insieme le luci, quest’anno si accenderanno tutti insieme le luci, ben attenti, però, ad alimentarle con energia prodotta da fonti rinnovabili, una vera e propria festa dell’energia pulita.
Un’opera di sensibilizzazione che riesce a dare i suoi frutti: in questi sei anni, grazie al potente veicolo della trasmissione Caterpillar, con Massimo Cirri e Filippo Solibello, si è creato un forte dibattito su quello che fare per ridurre le nostre emissioni di CO2, creando anche una maggior consapevolezza sulle conseguenze degli sprechi che facciamo quotidianamente.
Lo slogan di questa sesta edizione è “in questi anni abbiamo imparato a risparmiare, ora impariamo a produrre meglio e a pretendere energia pulita”.
Nello specifico, l’invito dei conduttori di Caterpillar è a tirar fuori l’inesauribile ingegno italico: “invitiamo tutti, dagli studenti ai precari, dalle aziende in crisi alle amministrazioni comunali, a misurarsi con la green economy adottando un sistema pulito per accendere tutti insieme le luci il 12 febbraio 2010. L’intento è duplice: da un lato verificare in prima persona che le tecnologie attualmente disponibili sono efficaci e rappresentano alternative realistiche, dall’altro dare un segnale simbolico di fiducia nelle energie rinnovabili e nello sviluppo di un modello di economia sostenibile”.
Per raccontare questa festa dell’energia pulita, il 12 febbraio Caterpillar andrà in onda dai Mercati Traianei in Roma, coinvolgendo cittadini, scuole, istituzioni e associazioni in una rassegna di luci belle, creative e pulite, escogitate ad hoc, con un concerto finale rigorosamente a impatto zero.
Prima dell’evento, una torcia a energia pulita ha viaggiato per l’Italia intera, come quella olimpica, e giungerà a Roma proprio il 12 Dicembre per accendere la festa di M’illumino di meno.
Dal sito dell’iniziativa si scopre che hanno aderito alla giornata sia il Comune di Marsciano, che spegnerà le luci del Municipio e quelle dell’illuminazione pubblica del centro per un’ora, oltre ad un bed and breakfast tuderte, che userà solo candele per l’occasione, l’Istituto compensivo Ciuffelli di Massa Martana ed un’azienda di Deruta.

8 − = due
condividi