domenica 21 gennaio 2018

Home Generali Cultura A Todi “Social media, ragazzi e cyber bullismo”

Giornata di formazione gratuita, sabato 22 marzo, organizzata da Stati Generali dell'Innovazione e Associazione Wister, per insegnanti e genitori
A Todi “Social media, ragazzi e cyber bullismo”

“Social media, ragazzi e cyber-bullismo”: se ne parlerà a Todi sabato 22 marzo nel corso di una giornata formativa gratuita organizzata da Stati Generali dell’Innovazione e da Wister (Women for Intelligent and Smart TERritories). Obiettivo: informare e formare insegnanti e genitori sui rischi legati all’utilizzo non consapevole dei social media da parte degli adolescenti.
Il learning meeting, che si terrà nella Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali, vedrà la partecipazione di dodici esperte che, nel corso della mattina, tratteranno del fenomeno delle molestie in Rete sotto l’aspetto giuridico, sociale, psicologico, ambientale e tecnologico, per poi mettere in evidenza, nella seconda parte della giornata, anche quanto di positivo Internet offre ai ragazzi.

L’iniziativa metterà a fuoco il problema, purtroppo dilagante, del cyber bullismo che, secondo l’ultimo rapporto Ipsos per Save The Children, rappresenta, per  il 69% degli intervistati, la principale minaccia nella vita di adolescenti e pre-adolescenti.
Il seminario si propone di offrire spunti di riflessione sulle opportunità e i rischi dei social media a chi ha il dovere di accompagnare i cosiddetti nativi digitali, che trascorrono sempre più tempo su Internet. Basti pensare che il 23% degli under 18 in Italia passa tra le 5 e le oltre 10 ore su Internet (+4% rispetto al 2013), che l’8% è connesso 24 ore su 24 e che il 44% si connette da dispositivi mobili come gli smartphone, posseduti dall’85% degli under 18. Tutto, molto spesso, senza la supervisione di un adulto e la consapevolezza degli strumenti usati.

“I Learning Meeting #D2D delle WISTER – afferma Flavia Marzano, presidente di Stati Generali dell’Innovazione e fondatrice di Wister – si stanno diffondendo in tutta Italia. La tappa di Todi vede interventi su temi spinosi e tecnici che verranno trattati con un approccio in grado di far arrivare a tutte e tutti, con chiarezza e semplicità, il messaggio che le tecnologie sono un mezzo che tutti possono e devono permettersi di usare purché con la giusta consapevolezza. La rete è una grande opportunità di lavoro, comunicazione e condivisione: le WISTER operano perché nessuno ne sia escluso”.
L’evento, che si avvale della collaborazione del Comune di Todi e di alcune istituzioni scolastiche ed associazioni locali, è gratuito ma con iscrizione obbligatoria: http://cyberbullismotodi.eventbrite.it.

8 − = tre
condividi