mercoledì 20 settembre 2017

Home Generali Economia e Lavoro A Todi la prima lezione dell’ITS

Ha preso avvio il 7 marzo il corso biennale di specializzazione post-diploma rivolto al settore agroalimentare
A Todi la prima lezione dell’ITS

È stato presentato a Todi il nuovo corso di formazione biennale post-diploma ITS “Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali”, la cui istituzione ha visto, e vedrà, l’Istituto Agrario “Ciuffelli” svolgere un ruolo di protagonista.
All’incontro di presentazione, svoltosi lunedì 7 aprile nella Sala Affrescata del Museo Pinacoteca di Todi, hanno partecipato Carla Casciari, Vicepresidente della Giunta regionale ed Assessore all’Istruzione della Regione Umbria, il Sindaco di Todi Carlo Rossini, il Dirigente dell’Istituto “Ciuffelli” di Todi Marcello Rinaldi, Raimondo Murano, già Direttore generale per l’Istruzione Tecnica Professionale del MIUR, il Segretario generale Confagricoltura Umbria Alfredo Monacelli, il Prof. Francesco Ferranti, Docente di Biologia presso l’Università degli Studi di Perugia e Nicola Modugno, Direttore SFCU (Sistemi Formativi Confindustria Umbria).
“Il nuovo corso che parte a Todi – ha affermato Carla Casciari – fa parte di un progetto più ampio finanziato dalla Regione Umbria con circa 2 milioni di euro. Si tratta di un percorso formativo di alta specializzazione capace di coniugare istruzione, formazione e lavoro secondo i modelli europei più avanzati. Uno strumento innovativo che lega scuola, lavoro ed imprese con l’obiettivo di offrire ai ragazzi opportunità concrete per un futuro occupazionale in uno dei settori strategici per l’economia locale e regionale”.
All’incontro era presente anche il primo gruppo dei 22 studenti, che, a partire da oggi, parteciperanno alle lezioni del nuovo corso formativo istituito per fornire competenze pratiche altamente specialistiche in grado di rispondere alle richieste delle aziende coinvolte nell’iniziativa.
Il nuovo corso, interamente gratuito e con una forte alternanza tra aula e tirocini in azienda, ha l’obiettivo di formare tecnici superiori esperti in programmazione e gestione dei processi produttivi e biotecnologici degli alimenti e dei prodotti agroindustriali e nella risoluzione di problemi connessi sia all’affidabilità e alla qualità dei prodotti alimentari che agli aspetti tecnico-normativi. Molte aziende del territorio regionale che operano nella filiera produttiva agroalimentare, insieme alle associazioni di categoria di riferimento, hanno aderito al progetto condividendone le finalità. Il percorso si concluderà con lo svolgimento di un esame finale, superato il quale sarà consegnato un diploma di tecnico superiore che ha validità a livello europeo e rappresenta un titolo anche per l’accesso ai concorsi pubblici.

+ cinque = 11
condividi