L'Istituto Agrario protagonista, dal 3 al 6 maggio, di un convegno nazionale e di una mostra, eventi che hanno avuto l'adesione della Presidenza della Repubblica
cittadella da drone 3 2014

Si annunciano nuove importanti giornate per l’Istituto Agrario “Ciuffelli” di Todi, la scuola di agricoltura più antica d’Italia che sta celebrando in questo 2014 i suoi 150 anni di attività con una serie di eventi che avranno il loro apice dal 3 al 6 maggio, quando Todi ospiterà il convegno nazionale “Tradizione e innovazione dell’istruzione agraria in Italia” e verrà inaugurata la mostra “L’arte dei campi: 150 anni di insegnamento agrario a Todi”.

Il programma, che ha ottenuto anche la prestigiosa Adesione della Presidenza della Repubblica, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa dal Presidente del Comitato per le celebrazioni Raimondo Murano, già direttore generale del MIUR,  insieme al Preside Marcello Rinaldi e al Sindaco di Todi Carlo Rossini.

Il convegno prevede quattro sessioni, tre delle quali si svolgeranno nella Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali, sia per favorire una condivisione dei festeggiamenti con l’intera comunità cittadina che a seguito di significativi lavori di riqualificazione che stanno interessando il chiostro della “Cittadella Agraria”, dove si terrà comunque la sessione conclusiva del pomeriggio del 6 maggio.

Folto e qualificato l’elenco dei relatori, che vede tra gli altri la presenza dei Capo Dipartimento dei Ministeri dell’Agricoltura e dell’Istruzione, dei Presidenti di tre Ordini Professionali Nazionali, dei Presidenti regionali delle organizzazioni di categoria, nonché di autorevoli rappresentanti del mondo politico-istituzionale, universitario ed imprenditoriale.

Fra gli interventi anche quello Jeff Tschirley, in rappresentanza della FAO, e di Riccardo Cotarella, Presidente nazionale Assoenologi.
In programma anche un annullo filatelico speciale (3 maggio), la proiezione di un video celebrativo ed un concerto del Coro degli Alpini al Teatro Comunale (5 maggio).

La Sala delle Pietre, in piazza del Popolo, ospiterà – dal 3 maggio all’8 giugno – la mostra “L’arte dei campi: 150 anni di insegnamento agrario di Todi (1864-2014), che ripercorrerà per documenti ed immagini il lungo percorso della scuola, uno dei centri in cui prese avvio subito dopo l’Unità d’Italia la modernizzazione agricola del Paese.

L’esposizione, suddivisa in sei sezioni e caratterizzata da 100 metri quadri di pannelli e da oltre 1.000 fotografie restituite alla memoria collettiva da 5 grandi monitor, illustrerà 150 anni di insegnamento, formazione professionale e vita in comune dei principali protagonisti del “Ciuffelli”, vale a dire gli studenti.
L’iniziativa intende valorizzare il materiale d’archivio conservato dall’istituto, che costituisce una raccolta dal valore nazionale.

Numerose le iniziative con le quali, già nei mesi scorsi, l’Istituto Agrario di Todi ha voluto festeggiare la ricorrenza del centocinquantenario: dall’apertura della nuova cantina sperimentale al convegno con la Presidente della Camera Laura Boldrini; dall’avvio dell’ITS Agroalimentare al concorso nazionale di land art; dall’inaugurazione dell’aula verde per l’educazione ambientale al ciclo di incontri con scrittori e giornalisti sui temi di Expo 2015.
La scelta del “Ciuffelli” è stata infatti quella di punteggiare l’intero anno scolastico di eventi culturali e formativi, del cui calendario le manifestazioni dal 3 al 6 maggio vogliono in ogni caso costituire il clou.

condividi su: