La Presidente Marini ha ricordato che l'Umbria, senza trionfalismi, è tra le pochissime regioni che hanno deciso un sostegno economico alle famiglie dei pazienti, travolte dal cataclisma che si è abbattuto su di loro, anche per le gravi conseguenze sotto il profilo economico.
IMG_4133

E’ stata una lunga maratona di solidarietà a favore dell’Associazione ConSLAncio Onlus che si propone di sostenere le famiglie dei malati colpiti dalla SLA.

Una serata che resterà sulla pelle e sul cuore di Istituzioni, imprenditori, professionisti e cittadini provenienti anche da fuori Regione, che hanno dimostrato grande sostegno e generosità nei confronti della neo associazione voluta da Andrea Zicchieri, cui è stata diagnosticata la malattia tre anni fa.

Alla serata hanno partecipato la Presidente della Regione Umbria Catuscia Marini, i Consiglieri Regionali Attilio Solinas e Marco Squarta, la dott.ssa Paola Brunori neurologo della neurofisiopatologia del Santa Maria della Misericordia di Perugia, che si occupa da tempo dei percorsi assistenziali dei pazienti di SLA, e il sindaco di Passignano Ermanno Rossi, legato da vincoli di profonda amicizia con Andrea Zicchieri, che ha indossato i panni del padrone di casa, avendo lui stesso proposto che l’evento si svolgesse in uno dei posti più suggestivi del Trasimeno, la Rocca, terrazza gioiello del lago.

Oltre all’impegno morale e istituzionale della Presidente Marini nei confronti dei malati di SLA e delle loro famiglie, la serata ha vissuto momenti intensi di valori e sentimenti espressi attraverso le testimonianze dei tanti amici di una Associazione che è riuscita a convogliare tanti personaggi del mondo dello sport in una fantastica location.

“Ho voluto presenziare all’iniziativa per portare il saluto e la vicinanza delle Istituzioni ai malati di SLA – ha detto la Presidente Marini -.
L‘Umbria, senza trionfalismi, è tra le pochissime regioni che hanno deciso un sostegno economico alle famiglie dei pazienti, travolte dal cataclisma che si è abbattuto su di loro, anche per le gravi conseguenze sotto il profilo economico.
L’associazionismo può e deve dare forza, assieme al mondo dell’imprenditoria, alle istanza dei pazienti.
Il numero di malati di SLA ( 86 in Umbria) non deve far ridimensionare il problema, che investe anche il mondo della ricerca”.
Tanti amici, frequentati dal Presidente di ConSLAncio Onlus nei momenti floridi della sua attività imprenditoriale, hanno contribuito a creare un clima di solidarietà e impegno civile.

La raccolta fondi, superiore alla più rosee aspettative, è stata possibile grazie ad una organizzazione impeccabile. La base di partenza era già solida per la vicinanza all’Associazione ConSLAncio ed al suo presidente di Costantina Cascavilla, amministratrice dello Studio Cascavilla Intermediazioni e del Gruppo Groupama, che ha effettuato una donazione di oltre 20.000 euro.

I cimeli sportivi di Valentino Rossi, dei piloti delle Frecce Tricolori, le magliette del Perugia Calcio e di altri club, frutto delle donazioni di Walter Novellino, Alvaro Arcipreti, Massimo Angeletti, Fabrizio Ravanelli e Renzo Lucchini, sono stati assegnati in tempi brevi, con risultati straordinari, grazie all’istrionismo del Presidente Zicchieri, che ha individuato ciascun destinatario, con una raccolta di oltre 10 Mila euro.
Una opera di un’artista croata è stata aggiudicata all’imprenditore Alberto Brugnoni, con una sua generosa offerta.

Altre offerte, altrettanto sostanziose, sono arrivate da prodotti donati da imprenditori e sponsor (Gioielleria Pagana, Bios Centro di Estetica e Gruppo Festina orologi).

La manifestazione è stata condotta dal giornalista Mario Mariano, che ha dato spazio alle testimonianze di quanti hanno voluto dimostrare amicizia nei confronti di ConSLAncio Onlus.
A corollario della serata, oltre alla consegna delle magliette dell’Associazione, è stato presentato un piccolo volume realizzato con le ricette di pietanze proposte da personaggi del mondo della cultura e delle Istituzioni e realizzato con la sapiente supervisione di Federica Spagnoli e Giulia Senesi, titolari della scuola di cucina Peccati di Gola, anche loro presenti alla cena di gala.

condividi su: