domenica 26 marzo 2017

Home Foto-Video Video Massa Martana “non trema”: il video

Ennio Passero, presidente dell’Associazione Presepi d’Italia, mostra del teatro artistico di Massa Martana, ha pubblicato l’altro ieri sul profilo Facebook dell’associazione, un video per rimarcare il fatto che Massa Martana in seguito al recente terremoto non ha subito danni di rilievo, invitando turisti e visitatori a venire a Massa Martana in vista delle prossime festività natalizie e nel periodo della mostra Presepi d’Italia. Il video esprime sicuramente un sentimento meritorio, volto a contrastare il messaggio errato che viene diffuso attraverso televisioni e stampa nazionale, di una regione Umbria distrutta dal terremoto.

È evidente che così non è, con danni ingenti limitati solo a pochi Comuni della Valnerina, mentre per fortuna buona parte della regione non ha risentito in maniera significativa delle scosse di terremoto. Siamo tutti d’accordo che da ora in poi bisogna guardare al futuro e smetterla con i messaggi negativi, ma non sarebbe stato corretto venir meno al dovere di cronaca  (peraltro prettamente locale e quindi ininfluente a livello di flussi turistici) per rendicontare quello che è avvenuto nei giorni successivi al sisma, con qualche danno alle strutture e alle case più vecchie e qualche ordinanza di sgombero.

Sicuramente il turista che volesse venire a visitare il resto dell’Umbria (compresa tutta la Media Valla del Tevere) non colpita dal terremoto, troverebbe una situazione del tutto normale, senza correre alcun rischio per la propria incolumità.
Per raggiungere l’obiettivo di rassicurare turisti italiani e stranieri, si dovrebbe però trasmettere il messaggio su canali nazionali di larga diffusione. La Regione Umbria dovrebbe cercare di utilizzare i propri spot, che anche recentemente ha utilizzato per promuovere la regione, sui maggiori canali tv nazionali (Rai e tv commerciali), proprio per diffondere il messaggio che l’Umbria, per la maggior parte, è sicura e che i turisti possono usufruire interamente e tranquillamente delle bellezze storico, artistiche e paesaggistiche della regione.

+ due = 9
condividi