domenica 26 marzo 2017

Home Territorio Deruta Festa di fine anno per la Podistica Avis Deruta

Bilancio dell'annata 2016 che ha visto la società podistica derutese, ancora in crescita
Festa di fine anno per la Podistica Avis Deruta

Si è chiusa un’altra stagione di crescita per la Podistica Avis Deruta, che ha archiviato il suo sesto anno di attività con tante soddisfazioni, partecipando a tutte le gare del calendario regionale ed anche oltre i confini dell’Umbria e d’Italia.
“Siamo molto contenti per la qualità del gruppo che si è creato e per il giusto e sano spirito che sta animando di anno in anno la nostra crescita – ha detto il presidente Gianluca Lamincia – tanto che che ogni domenica i nostri ragazzi partecipano alle gare sempre col sorriso e l’auspicio è quello di continuare sempre su questa linea. La crescita della società sta avvenendo di pari passo sia sotto il profilo numerico e sotto l’aspetto qualitativo. Viene apprezzato il bellissimo spirito con cui partecipiamo alle gare, con tutti gli atleti che corrono portando con orgoglio il grifo sulle spalle, non dimenticando mai il gusto di divertirsi. L’unità di gruppo ci ha permesso di arrivare ad essere una società più che mai viva, tra le più importanti nel podismo umbro. Avere il logo Avis sulle nostre divise ci fa ricordare ovunque l’importanza di donare sangue per chi ogni giorno ne avverte il bisogno”.

In occasione della festa di fine anno sono stati premiati gli atleti che si sono maggiormente distinti nel corso del 2016. A partire da chi ha percorso più chilometri in gara, quali Manolo Antonelli (551 km) tra gli uomini e Valentina Goretti (581) tra le donne, come pure per il numero di presenze, ovvero Simone Pagiotti e la stessa Goretti. I premi di atleti dell’anno per l’attaccamento alla società e la correttezza sono andati allo stesso Pagiotti e ad Alessandra Pelli. I premi di qualità a Giuseppe Portoghese (6 maratone disputate con un personal best di due ore e 47 minuti) e Francesca Dottori. Il premio simpatia “La cucchiara d’oro” a Gianni Cinti. É stato poi rilanciato il gioco della fantapodistica, che prevede di indovinare la media di percorrenza in alcune gare di quattro atleti, con premi finali ai tre vincitori. Tra le gare a cui la Podistica Avis Deruta si è distinta vanno segnalate le maratone di New York, Lubiana, Terni, Reggio Emilia, Strasimeno, Pistoia Abetone, Russi, Trieste, Tromso, Stoccolma, Helsinki, Modena, Ravenna, Firenze, Valencia, Lago di Resia, oltre alla 100 km del Passatore e alla Val di Fassa. Il 23 aprile sarà riproposta la sempre più amata gara “Per le vie della ceramica” e verrà consolidato il gemellaggio con la Podistica Avis Castelraimondo iniziato nel 2010 coinvolgendo anche le Avis comunali.

2 − = uno
condividi