venerdì 24 febbraio 2017

Home Flash news Il cordoglio delle istituzioni per la morte di Leonello Radi

“Voglio esprimere il mio più profondo cordoglio e quello di tutta la giunta regionale dell’Umbria alla famiglia ed in particolare ai figli Luca, Antonello e Laura per la scomparsa di Leonello Radi”, ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. “Quanti lo hanno conosciuto – ha proseguito la presidente – ricordano perfettamente il suo amore ed il suo impegno per la città di Foligno e per l’Umbria. Lo testimoniano le sue attività incessanti ed importanti alla guida della Cassa di risparmio di Foligno e quale fondatore ed animatore di Nemetria, la conferenza di etica ed economia che ha reso la città di Foligno un punto di riferimento nazionale e che ha visto sempre la partecipazione dei massimi esperti di economia a livello mondiale. Ma, insieme ai suoi incarichi ufficiali, è giusto ricordare anche il suo grande impegno nel sociale, ispirato dalla sua profonda fede cattolica, che lo ha portato sempre ad essere un punto di riferimento importante per la collettività folignate ed umbra”.

“Ha saputo ‘scrivere’, con assoluta eleganza professionale, indelebili pagine di storia economica, sociale e culturale della sua amata Foligno, ma anche dell’intera Umbria”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi ricorda Leonello Radi, scomparso ieri sera.
Nell’esprimere il cordoglio alla famiglia, la presidente Porzi evidenzia come Leonello Radi abbia rappresentato “un fermo punto di riferimento nella programmazione e nello sviluppo del territorio folignate, mettendo a disposizione di imprese e famiglie il suo spirito di appartenenza fondato su profondi valori cristiani e su una serietà professionale che lo ha portato a ricoprire importantissime cariche all’interno di realtà economico-finanziarie e sociali. Alla guida della Cassa di Risparmio di Foligno e attraverso le pregevoli iniziative sui temi di etica ed economia promosse con Nemetria, l’associazione da lui fondata nel 1987, ha saputo testimoniare nel profondo quella forte tensione ideale rivolta alla realizzazione del bene comune”.

5 + = otto
condividi