domenica 19 novembre 2017

Home Territorio Marsciano Festa di compleanno per Alvaro Angeleri

Settant'anni per il giornalista, scrittore ed autore di altre mille iniziative di cui si è reso protagonista
Festa di compleanno per Alvaro Angeleri

Una grande festa per le sue sette decadi. È quella che Alvaro Angeleri, per 24 anni collaboratore del Corriere dell’Umbria (e per tanti anni anche di TamTam, n.d.r.), ha voluto far vivere ad amici, familiari, colleghi e compagni di vita, in occasione del suo settantesimo compleanno. È stata una serata di festa e ricordi, quella di martedì sera al Kiko ’78 di Spina. “Il mio fin qui è stato un cammino bellissimo, che mi ha permesso di scoprire mille mondi”. Queste le parole che lui stesso ha scritto nell’invito che ha raggiunto davvero tantissima gente, che non è voluta mancare e si è ritrovata intorno alle lunghe tavolate imbandite, in mezzo a foto di altri tempi, musica, video ricordo e, nel finale, una torta di compleanno portata sopra un vecchio Ape 50. E per una sera i suoi mille mondi sono stati davvero tutti lì, insieme ai suoi affetti più cari: la moglie, le figlie, i nipoti, i fratelli e la sorella. Autore, tra gli altri, di tre libri sulla storia centenaria della Nestor, amministratore del Comune di Marsciano tra gli anni ’80 e ’90, una vita lavorativa passata come dipendente di Poste Italiane e poi ancora il suo impegno in prima linea nella cooperazione e nell’associazionismo, tra il comitato Premio Nestore e quello Gemellaggi, che lo ha portato ad instaurare per anni rapporti con la comunità del Burkina Faso e quelle delle altre città gemellate con Marsciano. E nella storia di Alvaro c’è stata soprattutto la sua attività di giornalista, prima a Paese Sera e poi nella pagina marscianese del Corriere.
Ma anche la radio e la televisione, come artefice, insieme ad altri amici, della creazione del primo canale televisivo della storia di Marsciano e poi, negli anni più recenti, di una trasmissione televisiva dedicata alla pallavolo. La Pro Loco e la Nestor calcio sono le sue due ultime esperienze in ordine cronologico. E chi lo conosce e martedì ha voluto brindare insieme a lui nello storico locale della frazione marscianese, sa anche che non saranno certo le ultime per chi, come lui, ama immortalare con immagini e parole le tante ‘storie’ di vita. Quelle che ha raccontato nei suoi libri e che ha costruito anche nei moltissimi viaggi che ha fatto e continuerà di certo a fare, pensando alle prossime ‘decadi’.

− 6 = uno
condividi