Operazione delle Guardie Giurate WWF sul Lago
000

Operazione antibracconaggio delle Guardie Giurate WWF sul Lago Trasimeno. Dei controlli notturni sono stati effettuati nei giorni precedenti l’intervento, controlli che hanno permesso di individuare tofi e nasse  (che in questo periodo sono degli strumenti di pesca illegali) sia per i tempi sia per la mancanza di contrassegni identificativi.
Gli strumenti di pesca, circa 300 metri di rete, sono stati sequestrati, per un valore complessivo di € 2.500.
I tofi, le reti, sono state distrutte  sul posto e poste sotto sequestro, in attesa del definitivo provvedimento di confisca da parte della Regione.
All’interno dei tofi sono stati rinvenuti oltre 5 quintali di pesce, sia vivo e quindi liberato sul posto,  che morto.
Il blitz è scattato alle ore 4:00,  nel tentativo di sorprendere in flagranza di reato i bracconieri.
Nell’operazione di polizia ambientale posta in essere dalle Guardie Giurate del WWF,  ci si è avvalsi di alcune imbarcazioni idonee, che hanno anche permesso di individuare altri tofi illegali.
Più vasti controlli saranno estesi lungo il perimetro del lago nei prossimi giorni, per individuare i bracconieri, ai quali il WWF sta dando la caccia anche attraverso una “guerra elettronica”, infatti sono state posizionate e mimetizate  anche alcune fototrappole nei punti di accesso ai tofi illegali, per individuare i responsabili, che potranno quindi, essere successivamente  denunciati alla competente Procura della Repubblica, per furto danneggiamento e procurato pericolo ed ostacolo alla navigazione.

condividi su: