lunedì 25 settembre 2017

Home Lettere e Interventi Giulio Castrica: per Todi la priorità è il lavoro

Il lavoro come obiettivo del progetto politico del candidato sindaco Pizzichini in un momento di grande depressione è lo scatto decisivo per poter avere una concreta ripresa nella nostra città, con la finalità di potersi appassionare a ciò che si produce con idealismo e sacrificio, solo così ritengo si possano raggiungere grandi obiettivi che fanno pulsare il cuore e far volare le menti dei giovani e dei meno giovani TUDERTI .
TODI è una città che non fa cultura e ciò giustifica la lontananza da una manifestazione come il Festival espressa in scarse presenze e calante interesse, alla domanda se mi fosse ridata la possibilità di realizzare ancora un festival con x soldi direi che sarebbe inutile avendo un tessuto disunito, contrastante e che poco si riconosce in quello che deve essere un evento chiave della città tutta; Pizzichini è la persona giusta per un cambio di rotta: manifestazioni per tutto l’anno con creazione di una fondazione competente, progetti  in ottica di sviluppo e di crescita delle nuove generazioni sin dalla tenera età come fanno società sportive, istituzioni musicali, corsi di formazioni di arti varie al fine di poter creare un ambiente sensibile, che viva attivamente ciò che viene prodotto. Infine ritengo che la realizzazione di corsi di perfezionamento dei mestieri sia il più significativo tentativo di difesa e valorizzazione delle specificità del tessuto artigianale tuderte, a cui si affiancheranno dei Master di arte varia e iniziative sportive di sport minori e non solo con l’obiettivo di poter offrire varietà di scelta alla cittadinanza tuderte oltre a ciò che è già esistente.

sette + 6 =
condividi