domenica 19 novembre 2017

Home Generali Cultura Gianluca Grignani in concerto a San Venanzo

L'esibizione nell'ambito della manifestazione "In...Canto d'Estate", location il parco di Villa Faina
Gianluca Grignani in concerto a San Venanzo

Sarà il cantautore milanese Gianluca Grignani, che ha esordito a Sanremo Giovani nel 1994 con la canzone “La mia storia tra le dita”, il protagonista della penultima sera (sabato 15 luglio) della decima edizione di “In… Canto d’Estate”, il festival della musica d’autore in programma fino al 16 luglio presso il parco comunale Villa Faina di San Venanzo di Terni. La manifestazione è organizzata dalla locale Pro Loco, sotto la direzione artistica di Filippo Pambianco, con il patrocinio del Comune di San Venanzo.

Dopo i Nobraino, Brunori Sas, i Marlene Kuntz, Stef Burns, Cristiano De Andrè e Paola Turci, sarà il cantautore italiano mai scontato, mai banale ad impreziosire il già ricco programma musicale. Grignani ha vissuto gli ultimi dieci anni a briglie sciolte, in bilico fra rock e pop. La sua è una costante sperimentazione di molteplici forme di espressione artistica. A San Venanzo, presenterà il suo tour acustico, unica data in Umbria prevista per l’estate. Il concerto – ad ingresso gratuito – comincerà alle ore 21. Prima di lui si esibiranno i folignati “Gigante Band” mentre dopo Grignani spazio alla musica di Dj Lenny.

Domenica sera, per la chiusura, è previsto il concerto dei “Cluster“, gruppo vocalist fondato a Genova nel 2004 da cinque giovani studenti del Conservatorio Paganini. Hanno partecipato a “X Factor” e condiviso i palchi con star del calibro di Andrea Bocelli, Mario Biondi, Gigi D’Alessio, Fiorello e molti altri. Da apripista ci sarà il coro “Joyful Singing Choir” mentre la chiusura sarà affidata alle selezioni musicali di Emiliano Pinacoli, un istrionico speaker e Dj che con i suoi vinili ripercorre la storia musicale degli anni ’80 e ’90.

Prima dei concerti La Pro Loco di San Venanzo propone le sue migliori specialità culinarie: una manifestazione a “chilometro zero” è la caratteristica che i giovani del consiglio hanno sempre ricercato. Pasta fatta a mano, tartufo del Monte Peglia e Sella di San Venanzo, sono queste le regine della tavola sanvenanzese. Non mancheranno la cacciagione, l’oca arrosto e la torta al testo e le degustazioni di prodotti tipici. Nella serata di domenica 16 luglio, poi l’eccellenza in tavola sarà la bistecca di vitellone a taglio libero, cotta la momento. Tutto accompagnato dai migliori vini delle cantine del territorio.

7 × = trenta cinque
condividi