martedì 17 ottobre 2017

Home Generali Cronaca Colonia di gatti “sacra” al cimitero vecchio di Todi

Riaperto il loculo chiuso dalla Usl dopo la segnalazione che era stato adibito a mensa per i felini
Colonia di gatti “sacra” al cimitero vecchio di Todi

Vecchio cimitero urbano terra di nessuno? Non proprio, ma sicuramente terra di qualcuno che privilegia la cura dei gatti al culto dei morti. E’ quanto viene da pensare ricostruendo alcuni avvenimenti recenti.

Qualche settimana fa, una cittadina tuderte, denunciò, anche dalle pagine di TamTam, il degrado del cimitero vecchio, sorto nel luogo dove San Francesco edificò il primo ospedale della carità.
La segnalazione riguarda lo stato generale del luogo, ma l’attenzione si soffermò nell’occasione soprattutto su un loculo adibito a mensa dei gatti.

Nei giorni successivi, l’intervento della Usl aveva dato soluzione al problema provvedendo a realizzare una pannellatura della tomba interessata e con lo spostamento della “mensa felina” appena fuori le mura di cinta del cimitero. Si era provveduto inoltre a fornire anche una “casetta” dove i gatti potessero andare a mangiare. Per di più, sulla casetta in questione, era stato affisso un cartello per segnalare la presenza della colonia felina e delle norme che ne regolano la presenza.

E’ passato qualche altro giorno e la situazione è stata “ripristinata”. Qualcuno, appunto, ha provveduto a rompere la pannellatura posta a protezione del loculo per ricollocarvi all’interno il cibo per gatti.
Viene da chiedersi dove sia finito non tanto il senso civico, ormai sconosciuto ai più, ma il rispetto degli altri, tanto per i vivi, figuriamoci per i morti. A questo punto, difronte al mancato rispetto del bene comune e delle regole di normale convivenza, sarebbe auspicabile un intervento sanzionatorio duro e deciso.

Aggiornamento
Ci è giunta una ulteriore testimonianza, secondo la quale le ciotole del cibo dei gatti sarebbero state chiuse nella tomba al momento dell’apposizione della pannellatura, ma già da qualche giorno, dopo la rottura dei pannelli di polistirolo, le ciotole sono state rimosse. Sembrerebbe quindi che al momento i gatti della colonia vengono nutriti solo nella casetta esterna al cimitero.

3 × quattro =
condividi