mercoledì 13 dicembre 2017

Home Generali Ambiente e Territorio Todi, così rinasce il bosco della Cittadella

Quasi terminato l'intervento dell'Agenzia Forestale Regionale sul colle di Montecristo, intorno all'Istituto Agrario, dove ha preso forma un'aula di educazione ambientale a cielo aperto
Todi, così rinasce il bosco della Cittadella

Stanno volgendo al termine i lavori di valorizzazione delle aree circostanti l’Istituto Agrario di Todi. L’intervento, progettato ed eseguito con proprie maestranze dall’Agenzia Forestale nell’ambito della legge regionale 28/2001 per l’anno 2016, si è concentrato sul colle di Montecristo, intorno all’ex monastero medievale, sede della scuola di agricoltura più antica d’Italia, fondata nel 1863.

Le operazioni hanno riguardato la sistemazione idraulica-forestale delle pendici, la ripulitura dei terreni boschivi da arbusti infestanti e piante sottomesse, la realizzazione di gabbionature per il contenimento di alcune scarpate, la costruzione di tratti di staccionate in legno, la potatura e messa in sicurezza di alcune piante e la manutenzione e miglioramento della viabilità secondaria a servizio della zona.

In collaborazione con il personale dell’azienda agraria della scuola si è dato inoltre corso al recupero di terreni marginali che saranno destinati ad un orto-giardino con varietà aromatiche ed officinali e ad ulteriori spazi che entreranno nella disponibilità delle attività esercitative degli studenti, di quelle ricreative degli allievi residenti nel college maschile e femminile e dei laboratori di educazione scientifica, ambientale ed agroalimentare della fattoria didattica, ai quali hanno afferito lo scorso anno circa 3.000 bambini di scuole materne, elementari e medie da tutta la regione.

L’intervento segue quello che cinque anni fa interessò l’altro versante del colle, lungo la salita del cimitero vecchio, una delle principali strade di accesso alla città, dove fu realizzata anche un’aula verde di grande fruibilità e, successivamente, dei campi catalogo in collaborazione con il Parco 3A.
Al termine dei lavori l’area della Cittadella Agraria sarà “circunavigabile” dalla stazione di Ponterio al Tevermorto e viceversa, andando a costituire l’ambiente di apprendimento ideale per esperienze quali “il bosco come aula” ma anche un polmone per la città della quale si trova a ridosso.

Apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso in sede di sopralluogo dal Responsabile dell’Agenzia Forestale Valentino Rocchigiani: “Siamo soddisfatti di come precedenti interventi fatti al Ciuffelli siano manotenuti, dando un senso compiuto all’impegno profuso dall’ente regionale per una razionale gestione delle aree pubbliche diffuse nel territorio”.

8 + cinque =
condividi