mercoledì 13 dicembre 2017

Home Lettere e Interventi Todi: il Pd non capisce Forza Italia, i tuderti sì

Il fatto che gli esponenti del PD tuderte non abbiamo ancora capito il programma di F.I. ci fa molto dispiacere, comunque, la cosa importante, che l’abbiamo compreso i cittadini che ci hanno votato, facendo risultare il partito il primo della coalizione di centro destra.
Ciononostante, riteniamo che sia ora di dire basta alla solita mistificazione del PD che è lo stesso partito dell’ex Sindaco Rossini che ha stravolto il progetto del depuratore mettendolo a ridosso delle case del Quartiere Europa.
Tanto per essere chiari, uno degli impegni maggiori di F.I. è stato quello di contribuire all’individuazione del depuratore a Porchiano prima e a Camagna poi. Due siti ritenuti ottimali dalla Regione Umbria e da Umbra Acque per assenza di impatto ambientale e per economie di spese; siti scartati senza appello dall’ex Sindaco con l’appoggio di tutto il partito del PD.
Allo stesso tempo non può sottacersi che, all’insaputa di tutti, tranne che dell’ex Sindaco e del PD, i lavori sono stati affidati a maggio 2017 alla ditta appaltatrice, con l’accordo nascosto di iniziarli in data 26 giugno 2017, giorno dopo lo spoglio di ballottaggio.
Certo, nel fare giochetti di nascosto ed all’insaputa dei cittadini il PD tuderte è invincibile, ma non crediamo che per questo passerà alla storia.
Noi crediamo invece che passerà ancora una volta alla storia per una delle scelte più nefaste per la città di Todi. Infatti, il Depuratore cittadino se realizzato in un territorio fortemente urbanizzato come la Cascianella, a ridosso del Quartiere Europa, porterà con se rischi di contaminazione biologica ambientale dovuta a fenomeni di aerosol e nebulizzazione, pericoli di patologie infettive, cattivi odori che per forza di cosa si sviluppano dalle vasche di sollevamento. Lasciamo perdere poi tutto l’inquinamento rumoroso dei compressori ed il devastante impatto delle stazioni di pompaggio.
A questo punto comprendiamo le preoccupazioni del Presidente del circolo di Cappuccini del PD, anche se è lo stesso che fino a l’altro ieri si è battuto per la costruzione del depuratore alla Cascianella.
Riteniamo, inoltre, che sia ora di finirla con la storia che il depuratore depura le acque e non inquina l’aria, perché il depuratore è una fabbrica con inquinamento di 1° livello che per scelte ignote è stata messa dal PD a ridosso delle abitazioni e sopra una fabbrica.
Alla luce di queste considerazione saranno i cittadini a fare le dovute valutazioni e capire chi fa demagogia e chi agisce nell’interesse di tutti.

otto × 2 =
condividi