domenica 24 giugno 2018

Home Generali Politica Todi, la Lega adesso è il primo partito

Con oltre il 26% dei consensi, il partito di Salvini quasi triplica il risultato delle recenti elezioni comunali
Todi, la Lega adesso è il primo partito

C’è grande soddisfazione nella Lega Umbria, per il risultato conseguito alle elezioni politiche del 4 marzo. Dopo aver contribuito in maniera determinante alla vittoria del centrodestra nelle recenti elezioni comunali, il partito di Matteo Salvini si gode, ora, un’altra importante conquista: a distanza di appena 9 mesi il consenso popolare registrato è quasi triplicato passando da un 9% delle amministrative a quasi il 27% in questa ultima tornata elettorale. 

La soddisfazione di Toni Aiello commissario cittadino: “L’enorme consenso maturato in appena 9 mesi di attività amministrativa è la testimonianza dell’ottimo lavoro svolto della Lega in tutte le sedi istituzionali. Quando si amministra non è semplice mantenere i consensi acquisiti ancor di più aumentarli, ma la Lega a Todi è riuscita in questa impresa. Dati alla mano possiamo dire di essere sulla strada giusta, da parte nostra l’impegno ad amministrare la città nel migliore dei modi, ascoltando i cittadini e stando sul territorio, questa è la nostra peculiarità e la nostra forza. Il crollo registrato da Pd e anche dal Movimento 5 Stelle, a Todi ampiamente sotto la media nazionale (circa il 22% per PD e circa il 21% per M5S n.d.r.), non fa altro che rafforzare la coalizione di centro-destra da cui la Lega ne detiene la leadership. Questo importante risultato non è per noi un punto di arrivo, ma un punto di partenza, uno stimolo a fare sempre meglio. Con oltre il 26% dei consensi siamo di 6 punti oltre la media nazionale e vogliamo lavorare per crescere ancora e dare risposte concrete ai nostri cittadini. Il mio doveroso ringraziamento va al Sen. Stefano Candiani, al vice sindaco Adriano Ruspolini, ai consiglieri comunali Francesca Peppucci e Antonella Marconi, all’intera sezione di Todi sempre in prima linea a fianco dei cittadini”.

3 + sei =
condividi