Abbiamo notizia della volontà dell’amministrazione comunale di effettuare numerosi spostamenti e cambi di mansioni all’interno del personale del Comune di Todi. Premesso che è nella piena disponibilità e legittimità di ogni amministrazione effettuare trasferimenti interni con l’obbiettivo di creare i migliori assetti per accrescere la qualità dei servizi al cittadino, nutriamo tuttavia dei dubbi sulle modalità e le scelte, che se confermate dai fatti, si stanno adottando. Senza entrare nel merito dei singoli casi, vogliamo sottolineare come sia necessario valutare gli effetti che può  avere sull’operatività dei servizi, lo spostamento di dipendenti che svolgono la medesima mansione da decenni e la cui professionalità, a pochi anni dal traguardo della pensione, è maturata in un determinato ambito lavorativo.
Il trasferimento di un dipendente da un ufficio ad altro non rappresenta e non può rappresentare certamente un problema per i dipendenti, che vengono pagati per svolgere una mansione assegnata loro dall’ente (ovviamente nel rispetto delle normative che regolano il contratto di lavoro), ma può rappresentare un problema per il cittadino, se,  chi opera in quel determinato servizio,  non ha acquisito ancora gli strumenti, le conoscenze e le capacità per svolgere al meglio la propria attività.
Effettuare spostamenti in blocco, modificando  interi servizi, che storicamente sono stati sempre fiore all’occhiello del Comune di Todi, ci sembra quantomemo da valutare con attenzione. Noi abbiamo sempre difeso e il personale del Comune di Todi, di cui rispettiamo le professionalità e le qualità umane, addebbitando le carenze, quando ci sono, alla responsabilità politica di chi amministra, che deve trovare modi e strumenti per valorizzare e far rendere al massimo gli uffici ed i servizi.
Abbiamo anche sempre sostenuto la necessità di effettuare la rotazione dei dipendenti, ma con riferimento specifico ai dirigenti e dei responsabili di servizio ( riconfermati in blocco dall’attuale amministrazione ), per i quali la rotazione diviene motivo di stimolo, aumentando  quanto più la loro flessibili e adattabilità alle molteplici attività dell’Ente. In virtù di quanto scritto chiederemo al nostro consigliere comunale di approfondire la questione anche con riferimento al ruolo delle parti sindacali, cui verrà chiesto un incontro. Tutto nel pieno rispetto dei ruoli ma soprattutto a tutela dei cittadini e del Comune di Todi.

condividi su: