domenica 20 maggio 2018

Home Generali Politica Cambi di mansione del personale al Comune di Todi

A Todi Civica non piacciono la riorganizzazione della pianta organica degli uffici del Comune di Todi, che prevedrebbe una rotazione del personale di circa il 20% 
Cambi di mansione del personale al Comune di Todi

L’Amministrazione Ruggiano, ha avviato una riorganizzazione del personale nei vari uffici comunali, che dovrebbe coinvolgere circa il 20% dei dipendenti. Todi Civica torna sull’argomento, confermando la propria contrarietà ad una rotazione così importante.
Continuiamo ad esprimere forti perplessità – dice Todi Civica con il suo consigliere comunale Floriano Pizzichini – sul piano di riorganizzazione del personale che sta attuando l’amministrazione comunale. Come già sottolineato,  è nella piena autonomia e legittimità di ogni amministrazione operare al fine di predisporre al meglio l’utilizzo delle professionalità in forze all’ente.
Ma proprio partendo da questa considerazione  e nell’interesse della qualità dei servizi offerti al cittadino, l’impiego delle risorse umane ed il loro eventuale spostamento, deve tenere conto delle capacità e delle competenze acquisite nel corso degli anni, del titolo di studio e delle specializzazioni,  nonché della storia lavorativa  e dei risultati conseguiti nello svolgimento delle proprie mansioni. La pianta organica del Comune di Todi può vantare professionalità che, in alcuni settori, nel corso degli anni, hanno determinato servizi efficienti e di alta qualità. Questo indipendentemente dal colore politico delle amministrazioni che si sono alternate alla guida del Governo cittadino. In alcuni casi si è arrivati, a margine di una lunga carriera, ad identificare il servizio comunale con la persona che in esso opera, a dimostrazione di come la comunità tuderte riconosca alcune figure del Comune di Todi  come propri riferimenti. In questi casi, esperienza e professionalità devono essere attentamente valutati nell’ottica della riorganizzazione della pianta organica”.

“Invitiamo le forze sindacali in rappresentanza dei lavoratori  – conclude Todi Civica – ad esprimere una valutazione sull’azione in corso, che coinvolge il 20% del personale e ad indicare se tale scelta risponda ai criteri di efficientamento degli enti o al contrario rischi di creare disagio ai cittadini”.

1 × = sei
condividi