Il progetto è uno di quelli approvati dal Comitato provinciale: prevede un sistema integrato di videosorveglianza e di tracciamento
videosorveglianza

Il progetto “Todi Sicura”, seguito alla sottoscrizione lo scorso giugno del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” con la Prefettura di Perugia e alla partecipazione al bando del Ministero degli Interni per il finanziamento del progetto di sicurezza urbana e per l’installazione di sistemi di videosorveglianza è risultato tra i pochi conformi ed approvati dal Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Ne dà notizia l’Amministrazione comununale, ricordando che l’iniziativa è stata seguita dal vicesindaco Adriano Ruspolini e che la stessa rientra nelle linee programmatiche di governo della città di Todi, inserite nel Documento Unico di Programmazione 2018-2020.
Il progetto prevede un investimento superiore ai 600.000 euro di cui 150.000 a carico dell’Amministrazione Comunale nei prossimi cinque anni.

“Mai come oggi – scrive il Sindaco Ruggiano . la richiesta di sicurezza da parte di cittadini risulta sempre più pressante; ecco perché è necessario che anche il Comune, come istituzione, in sinergia con le Forze di Polizia, si renda attore protagonista in questa sfida così importante. Allo scopo di contrastare quanto più efficacemente possibile questo fenomeno, è d’obbligo ricorrere a quanto di meglio la tecnologia moderna ci mette a disposizione. Un avanzato sistema di “tracciamento targhe” integrato ad un “sistema di videosorveglianza di scopo”, installato in prossimità delle uscite/ingressi della E45 e nei punti sensibili dell’intero territorio comunale incluse le frazioni e le aree produttive, rappresentano non solo un mezzo di individuazione e localizzazione di eventuali malintenzionati, ma anche un forte deterrente a delinquere”.

Il progetto mira a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità, favorendo così l’ottimizzazione dell’impiego delle Forze di Polizia allo scopo di far fronte ad esigenze straordinarie del territorio, in azioni volte sia alla prevenzione che al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, nonché alla promozione el rispetto del decoro urbano.
Il progetto è stato costruito grazie al lavoro di alcune realtà presenti nel Comune di Todi e al coinvolgimento dei Comandanti della locale Compagnia Carabinieri e della Comandante della Stazione Carabinieri, con i quali sono state condivise le valutazioni tecnico-operative, individuando peraltro i punti sensibili del territorio.

condividi su: