La compagnia di Ripalvella si è esibita al Concordia a favore dei 160 assistiti dalla comunità marscianese “Betlemme”
APPOMESSA

Serata divertente al teatro Concordia di Marsciano e soprattutto generosa nei confronti dei 160 assistiti dalla Caritas marscianese “Betlemme”. La sede di Schiavo, di fianco alla chiesa, è gestita da diversi volontari. Prima che iniziasse la commedia, il responsabile Luciano Cerati ha ringraziato la compagnia L’Appomessa di Ripalvella e tutti quelli che hanno riempito il teatro lasciando una offerta che la Caritas trasformerà in alimenti per le famiglie che ne hanno bisogno. Parole di elogio anche dal parroco, ora in pensione, don Giuseppe Ricci.

A Ripalvella, paesino di duecento persone, opera la compagnia popolare L’Appomessa che ha presentato al Concordia, per beneficienza, la commedia brillante in dialetto “Erimo sani” scritta da Luca Caciotto. Si tratta di una commedia che suscita allegria, in cui l’autore racconta con straordinaria ironia le vicende e le relazioni che si intrecciano tra gli ospiti e il personale di una casa di riposo. A fine spettacolo, dopo i tanti applausi, evidente la soddisfazione dell’autore che è anche il regista e attore nelle vesti di Pasqualino il “paciarello”. Si tratta di un lavoro corale dove un po’ tutti sono protagonisti.

Assieme al “paciarello” Luca Caciotto hanno dato fondo alle loro qualità Angelo Cerquaglia (Sabatino), Riccardo Cocchieri (Palmiro), Martina Cocchieri (la direttrice Fedora), Sonia Costanzi (Gioia del Manico), Ilaria Cerquaglia (Irina), Giacomo Martini (lo strozzino Salvo), Pio Ripiccini (Torello) e Michele Mazzocchini (Marsilio). A completare lo staff il direttore di scena Gabriella Santi e Dino Moscatello al trucco e parrucco. Molto apprezzato anche il prologo in cui Giancarlo Giommetti si è esibito in una esilarante imitazione di alcuni personaggi del comico Panariello, ottimamente assistito dalla spalla Maria Caciotto.

condividi su: