Sull’inquinamento vengono respinte le accuse della Sensini Passero, viste le restrittive ordinanze che sono state emanate
comune massa

Dopo l’ultimo attacco della referente della Lega, l’Amministrazione comunale di Massa Martana, risponde alle contestazioni di Luana Sensini Passero. 

“In riferimento all’articolo pubblicato in data 06-11-2018 su TamTam – si legge in una nota dell’Amministrazione massetana – e su altri quotidiani online dalla referente massetana della Lega, sig.ra Luana Sensini, non siamo affatto sorpresi neanche questa volta delle sue affermazioni e considerazioni inerenti la questione dell’inquinamento dei pozzi nella zona nord-ovest di Massa Martana, denotando la sua totale incompetenza amministrativa e assoluta inesperienza nella gestione della cosa pubblica.

Le facciamo notare che un piccolo comune come il nostro, per quanto riguarda tali problematiche, non disponendo di strumenti diretti, deve per forza muoversi sulla base delle indicazioni di organismi a ciò preposti, e cioè di ARPA e ASL. Cosa regolarmente fatta con l’emanazione di ordinanze, addirittura più restrittive di quanto indicato dai predetti.

Evidenziamo e sottolineiamo alla sig.ra Sensini, che il partito da lei rappresentato, in fatto di tutela ambientale non può dare lezioni a nessuno; e per questo la invitiamo a documentarsi, leggendo molto attentamente l’art. 41 del D.L. del 28-09-2018 n. 109 (Decreto Genova), oppure, se di più agevole interpretazione, gli articoli pubblicati il 13-10-2018 su La Stampa di Torino ed altre testate nazionali . Nel citato decreto, oltre ai provvedimenti per la città colpita dal grave evento del crollo del ponte Morandi, il suo partito ha impropriamente inserito, con un classico “colpo di mano”, peraltro non inusuale, “Disposizioni urgenti sulla gestione dei fanghi di depurazione” , prevedendone l’innalzamento dei limiti ammissibili degli idrocarburi presenti nei fanghi di depurazione da utilizzare in agricoltura, di gran lunga superiori a quelli previsti dall’attuale normativa. 

Pertanto riteniamo che nè la sig.ra Sensini nè il partito che rappresenta, possano darci lezioni sulla gestione dell’ambiente, che è stato sempre oggetto di particolare attenzione di questa Amministrazione Comunale. Con ciò, da che pulpito viene la predica!!”.

 

condividi su: