La Usl Umbria 1 ha firmato una convenzione con il CONI-CRES per un percorso dedicato agli atleti
ospedale_pantalla_0

La USL Umbria 1 e il CONI hanno firmato oggi, presso la sede del Comitato regionale dell’Umbria della FIGC, una convenzione con cui gli atleti delle società sportive umbre aderenti al CONI possono accedere a un percorso dedicato presso il servizio di Cardiologia riabilitativa e Cardiologia sportiva (CRES) ubicato all’ospedale Media Valle del Tevere a Pantalla. Il singolo atleta potrà ora rivolgersi al CRES con richiesta del proprio medico di famiglia e prenotazione CUP, oppure saranno le società sportive convenzionate a prenotare direttamente al CRES la prestazione, attivando una presa in carico tempestiva per prestazioni specialistiche di II e III livello. I referti saranno poi indirizzati al servizio di Medicina dello Sport ai fini del rilascio della certificazione di idoneità sportiva degli atleti.

Hanno partecipato alla firma della convenzione insieme al Direttore della USL Umbria 1 Andrea Casciari e al Presidente del CONI Umbria Generale Domenico Ignozza, Ugo Paliani, Responsabile del CRES e Luigi Repace Direttore del servizio aziendale di Medicina dello Sport.
“Ringrazio il CONI per la fiducia riposta nella nostra struttura – ha sottolineato Andrea Casciari – a testimonianza dell’elevata professionalità dell’equipe del CRES nel dare risposte qualificate ai cittadini e agli atleti. Anche in virtù di questa convenzione, prevediamo di integrare, nei prossimi mesi, i due medici attualmente operativi al CRES con altre unità che garantiscano l’adeguata gestione dell’attività, prevista in costante crescita”.

A regime dalla fine del 2016, il CRES per l’attività di cardiologica sportiva si avvale di due ambulatori, uno per la valutazione funzionale dell’atleta dal punto di vista cardiologico respiratorio e metabolico e un altro per l’inquadramento clinico-strumentale degli atleti cui sono state riscontrate problematiche durante la visita medico-sportiva. I dati mostrano un costante aumento di attività, che nei primi mesi del 2018 ha registrato 7.896 prestazioni tra visite , ECG, Ecocuore, Test da sforzo, ECG Holter. A questa attività va aggiunta quella della riabilitazione cardiologica, che ad oggi ha portato all’erogazione di 1920 prestazioni, e la lettura, in concerto con il Dr. Lemmi, delle risonanze magnetiche cardiache.

Da settembre 2018, inoltre, per l’attività di cardiologia sportiva è in vigore una nuova programmazione CUP che sta portando ad un sensibile incremento del numero di visite, ECG ed ecocardiogramma, nonché l’introduzione del test ergometrico per esterni, esame precedentemente riservato, mediante agenda interna, ai soli pazienti in carico alla riabilitazione cardiologica. Per il 2019 è prevista l’implementazione dei servizi offerti con l’aggiunta di eco stress, ecocardiogramma trans esofageo e monitoraggio delle pressione arteriosa delle 24 h.

condividi su: