Le imprese possono presentare le domande per accedere a servizi e agevolazioni attraverso il sito www.umbriainnova.it
economia

La Regione dell’Umbria mette nuovi strumenti finanziari a disposizione delle piccole e medie aziende per facilitarne l’accesso al credito e sostenere, in questo modo, lo sviluppo del territorio e la competitività del tessuto imprenditoriale. Lo fa attraverso “UmbriaInnova”, un raggruppamento temporaneo d’imprese (RTI), incaricato dalla Regione Umbria della gestione degli interventi, che è composto dalla società finanziaria della Regione, Gepafin Spa, e da Artigiancassa Spa, banca di riferimento per le micro e piccole imprese artigiane, partecipata da BNL Gruppo BNP Paribas e dalle Confederazioni nazionali dell’artigianato.

Già a partire da ottobre 2018, infatti, le piccole e medie imprese operanti in Umbria possono presentare le domande per l’ottenimento degli interventi previsti dall’Asse III Competitività delle Pmi del Por Fesr 2014-2020 della Regione Umbria.

Gli strumenti previsti riguardano, in particolare, la garanzia per il rischio di insolvenza su finanziamenti, la garanzia su rischio di insolvenza assistita da controgaranzia del Fondo di Garanzia PMI, l’acquisizione di partecipazioni, la sottoscrizione di prestito obbligazionario convertibile, il prestito partecipativo, l’anticipazione per acquisto di partecipazioni e la riassicurazione.

È possibile accedere a tutti i servizi e agevolazioni attraverso il sito web www.umbriainnova.it, dove le imprese, dopo aver effettuato la registrazione, potranno consultare i bandi attivi e presentare le domande di accesso ai vari strumenti. Per informazioni sui bandi e sulle procedure on-line, oltre a consultare il sito web, è possibile telefonare allo 0755059811 (centralino Gepafin) o allo 0755059835 (Roberta Trona, responsabile dei servizi UmbriaInnova per il territorio di Marsciano) oppure inviare una mail a info@umbriainnova.it.

condividi su: