Il movimento turismo del vino Umbria, invita a festeggiare in anteprima il Natale 
cantine aperte a natale

Ultimo appuntamento dell’anno per il Movimento Turismo del Vino dell’Umbria: Venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 dicembre le 23 Cantine Aperte a Natale della regione propongono sconti speciali e strenne di qualità da regalare per un Natale speciale. Con l’occasione, da non perdere le visite in cantina, le degustazioni di vini e prodotti tipici e le tante iniziative a tema che saranno organizzate dalle singole aziende per grandi e piccini, che contribuiranno ad anticipare il clima natalizio con gusto e qualità.

L’appuntamento è nelle seguenti cantine: Cantine Giorgio Lungarotti a Torgiano, Cantina Saio di Assisi, Sportoletti a Spello, Madrevite a Castiglione del Lago, Cantina Berioli a Magione Azienda agraria Carini (Colle Umberto, Perugia), Cantina Chiorri e Cantine Goretti a Perugia, Sasso dei Lupi a Marsciano, Cantina Baldassarri a Collazzone, Fattoria di Monticello a Todi, Di Filippo a Cannara, il Carapace di Tenuta Castelbuono a Bevagna, Le Cimate, Arnaldo Caprai, Scacciadiavoli, Briziarelli, Antonelli, Terre de la Custodia, Perticaia, Terre de’Trinci e Milziade Antano Fattoria Colleallodole a Montefalco e Cantina Zanchi ad Amelia.

In questo fine d’anno, peraltro, un’importante novità chiude il 2018 di MTV Umbria. È stato da poco firmato, infatti, l’accordo con Federalberghi Umbria Confcommercio che punta a promuovere il territorio regionale e l’offerta ricettiva locale. Il progetto partirà ufficialmente dal 2019, ma già in questo periodo muoverà i suoi primi passi. Obiettivo della collaborazione sarà di rendere l’enoturismo una leva ancora più importante di incoming per la regione, andando ad offrire ad un pubblico interessato all’Umbria per le sue tradizioni, i suoi prodotti tipici, la sua ruralità e qualità, una proposta di soggiorno ancora più ricca e completa.

“Come Movimento Turismo del Vino – ha sottolineato il Presidente Filippo Antonelli – non possiamo che stilare un bilancio positivo per il 2018. Il turismo in generale ha ricominciato a crescere dopo il terremoto e c’è una grande attenzione alla qualità dell’offerta. Anche iniziative, come la collaborazione con Federalberghi, sono indice di una volontà forte di integrazione tra gli operatori del settore turistico. Per il 2019 -ha proseguito Antonelli- stiamo già lavorando ad una revisione del formato di Cantine Aperte a maggio, per farlo diventare un evento in grado di avvicinare anche gli appassionati più esigenti. L’auspicio per il prossimo anno -ha concluso- è anche che venga finalmente emanata e applicata la nuova legge sull’enoturismo”.

condividi su: