Sotto le festività natalizie le intrusioni si sono intensificate non risparmiando nessuna zona del comune
furti-case

Non solo Babbo Natale quest’anno a Todi, a precedere Santa Claus nella visita alle abitazioni ci hanno pensato i ladri. Sono stati infatti numerosi i furti registrati nel territorio tuderte durante il periodo natalizio. Le festività, complici le uscite fuori casa e le partenze, da sempre rappresentano infatti un momento propizio per depredare abitazioni ed esercizi commerciali.

La scia di furti era iniziata già a fine novembre, tra Todi e Deruta, interessando soprattutto le attività commerciali, concludendosi con l’arresto da parte dei Carabinieri della Compagnia di Todi di una banda di 5 rumeni. Ciò nonostante, il fenomeno si è andato ad intensificare nel periodo a ridosso delle feste, e questa volta nel mirino dei ladri sono finite le abitazioni private.

Da Porta Romana e Porta Fratta, passando per Cappuccini, fino a Pantalla, tutte le zone della città sono state setacciate, nel pomeriggio, come durante le ore notturne, con un tam tam di segnalazioni via social. In alcuni casi i malviventi si sono introdotti nelle case, sebbene vi fossero persone in esse. C’è chi non si è accorto della sgradita visita, chi invece ha sorpreso i ladri, venendo sottoposto a maltrattamenti e minacce, come è accaduto ad un ragazzo di Pantalla e un uomo residente in zona Porta Romana.

Dopo un Natale sventurato per molti cittadini, i Carabinieri di Todi sono al lavoro per portare a segno un nuovo colpo contro la criminalità.

condividi su: