A Deruta con uno “stupido gesto” ignoti hanno strappato una o due locandine affisse dal Comune in Piazza dei Consoli (non si sa bene dove dato che non ci sono spazi per pubbliche affissioni !) per pubblicizzare l’inaugurazione della ripavimentazione di Borgo Garibaldi.  Evidentemente una ragazzata e comunque un atto vandalico di poco conto.
Eppure il Sindaco ha pubblicato sul suo profilo personale di Facebook un post in cui testualmente afferma che il gesto: “testimonia il clima politico che viviamo oggi sul nostro territorio comunale continuamente alimentato dalle solite insinuazioni infondate e dalle sterile polemiche che vengono quotidianamente praticate sui social ad opera di (pochissime) persone che evidentemente non hanno a cuore il bene di Deruta”.
Quanto sopra deve far riflettere.  Accumunare gli autori ignoti di questa ragazzata (una o due locandine!) a chi, con spirito critico, si mette in gioco in prima persona per un confronto su temi importanti per la crescita locale anche sui social (ricordo che proprio il Sindaco è un grande utilizzatore di questi strumenti ) è un atto che non rende merito al ruolo istituzionale di un primo cittadino, cioè di colui che dovrebbe essere super partes e primus inter pares.
Con il ripetersi continuo di tali post si evince sempre più in maniera inequivocabile che così non è.
Sappia il Sindaco che si è critici verso i suo operato proprio perché abbiamo molto a cuore il bene del nostro paese e che per questo continueremo ad impegnarci anche per smascherare i suoi ingannevoli post.
Memore che in passato il Sindaco è stato capace di far pubblicare in intere pagine di “cronaca nera” fatti analoghi, si invia il presente comunicato a tutti gli organi di informazione locali.

condividi su: