Premesso che la L. n. 211 del 20 Luglio 2000 stabilisce che: “la Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.” E che  “in occasione del “Giorno della Memoria” …, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.”

Tenuto conto che la cronaca ci segnala quotidianamente episodi di razzismo e atteggiamenti persecutori nei confronti di chi viene considerato diverso, per il colore della pelle, per la condizione fisica o sociale, per l’orientamento religioso o sessuale; che nel web si diffonde una cultura di odio e di paura con conseguenze gravi soprattutto per i più giovani.

Che organizzazioni politiche neo naziste e neo fasciste, in Italia e in Europa, soffiano sul fuoco della paura, dell’antisemitismo e del razzismo ispirandosi a ideali e valori che hanno portato alle tragiche vicende dell’olocausto e di altri genocidi in Europa e nel mondo.

Al fine di contribuire all’affermazione sempre più ampia degli ideali di democrazia, libertà, ugualianza e solidarietà sanciti dalla Costituzione repubblicana promuovendo l’educazione alla cittadinanza dei giovani studenti tuderti anche attraverso le iniziative che si organizzano in occasione del 27 Gennaio di ogni anno.

I sottoscritti consiglieri comunali

IMPEGNANO IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

–          affinchè, in continuità con quanto avvenuto negli anni passati, il Comune di Todi, in occasione del Giorno della Memoria 2019,  si attivi nella collaborazione con Istituzioni, Scuole e Associazioni per promuovere iniziative di riflessione, studio e approfondimento sui fatti storici avvenuti nel nostro Paese durante la dittatura fascista e la guerra di liberazione dal nazifascismo;

–          venga istituita, come già fatto, opportunamente, in occasione della celebrazione della Giornata del Ricordo,  una borsa di studio in favore degli studenti delle scuole medie di grado inferiore e superiore per la produzione di elaborati, di qualsiasi tipo (comprese produzioni artistiche e/o multimediali), sui temi legati al Giorno della Memoria.

 

condividi su: