Fuori luogo la dichiarazione dell'assessore Marta: grande lavoro e disponibilità di maestre e personale Ata
silvana raggetti

Lunedì scorso gli alunni hanno finalmente inziato a frequentare le lezioni nel nuovo polo scolastico. Esprimo la mia grande soddisfazione per questo nuovo inizio. Questo ultimo periodo ha visto il notevole e deciso impegno di tutti i soggetti (amministrazione comunale, personale scolastico e tutto il personale coinvolto a livelli diversi) per portare a termine i lavori e garantire la frequenza degli alunni in spazi ampi e confortevoli.
Spiacciono pertanto le dichiarazioni rilasciate dall’assessore Alessia Marta ad un quotidiano regionale nelle quali lamenta “lo scarso spirito collaborativo delle insegnanti che avrebbero creato i presupposti per il malcontento dei genitori”. A tale proposito faccio presente quanto segue:

– i collaboratori scolastici, gli assistenti amministrativi, e la sig.ra Annalisa Chinea (DSGA), la quale ha coordinato l’operato del personale scolastico, sono rientrati dalle ferie e hanno operato con grande spirito di partecipazione e impegno durante l’intero periodo delle vacanze natalizie;
– per ragioni contingenti il trasloco definitivo degli arredi della scuola scuola dell’infanzia è stato ultimato nel pomeriggio di sabato 5 gennaio;
– le docenti della scuola dell’infanzia si sono recate nel nuovo polo praticamente tutte le mattine a partire dal 3 gennaio, giorno nel quale si è avuta la certezza dell’effettiva apertura del nuovo plesso poiché erano stati fatti gli ultimi controlli;
– sia io che le docenti della scuola dell’infanzia abbiamo chiesto ripetutamente ai rappresentanti dell’amministrazione un giorno in più per sistemare in modo adeguato gli spazi della scuola dell’infanzia;
– probabilmente valutando che tale soluzione avrebbe prodotto un disservizio per le famiglie, l’Amministrazione ha deciso di aprire anche la scuola del’infanzia il 7 gennaio.

Le docenti della scuola dell’infanzia mi hanno comunicato che le due aule sono attualmente perfettamente adatte alle attività didattiche. Esprimo loro un sentito ringraziamento per il grande lavoro svolto in questi ultimi tre giorni e per la loro disponibilità a cambiare turno e a rimanere a scuola oltre il loro orario. Il loro obiettivo è stato sempre quello di accogliere i bambini nel migliore dei modi. Mi capita spesso di pensare di essere una dirigente scolastica molto fortunata poiché presiedo una scuola dove operano persone che la scuola la amano e la percepiscono, come è giusto che si percepisca, come un bene fondamentale di una comunità.

condividi su: