ponte montemolino2

Lo studio di fattibilità sugli interventi per restituire al territorio la piena funzionalità del ponte sul fiume Tevere a Montemolino è ormai concluso e, sulla base dei risultati, se emergerà che è necessario costruire un nuovo ponte, la Regione è pronta a inserirne la realizzazione nel Piano pluriennale delle opere pubbliche e a finanziarla”. È quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che nei giorni scorsi ha partecipato a un incontro pubblico a Fratta Todina insieme alla consigliera della Provincia di Perugia con delega alla Viabilità, Erika Borghesi, sulla situazione dei territori di Fratta Todina e Monte Castello di Vibio.

È imminente ormai – ha detto la presidente – la presentazione dei risultati dello studio che, accogliendo le istanze delle istituzioni locali e dei cittadini costituitisi anche in Comitato, abbiamo finanziato e affidato alla Provincia di Perugia con l’obiettivo di individuare le soluzioni tecniche più opportune per risolvere i problemi attuali del ponte sulla strada regionale 397, ora percorribile con limitazioni di portata e a senso unico alternato, mettendolo in sicurezza e migliorandone la fruibilità”.

La Regione – ha ricordato – è intervenuta negli anni scorsi per consentire la riapertura del ponte, infrastruttura di notevole importanza per la viabilità della Media Valle del Tevere, con la realizzazione di interventi di miglioramento strutturale. Come già abbiamo fatto in occasione della cerimonia di allora, rinnoviamo la nostra volontà a impegnarci per il ritorno alla normalità nei collegamenti e la realizzazione di un nuovo ponte”.

condividi su: