A poco più di tre mesi dall'apertura delle urne, nella maggior parte delle municipalità locali è quasi ancora tutto da ufficializzare
elezioni

A tre mesi dalle elezioni amministrative – indette per il 26 maggio – nella maggior parte dei Comuni chiamati al voto impera ancora l’incertezza sui candidati a Sindaco e sulla composizione degli schieramenti.
E’ senza dubbio uno degli effetti della crisi della politica, con molti dei partiti tradizionali privi ormai di una rappresentanza solida e con la cosiddetta società civile, ricercatissima nelle liste, incapace spesso di esprimere proposte in grado di imporsi.
Mai come stavolta si sta andando lunghi nella definizione dei nastri di partenza. Uno che di campagne elettorali ne ha viste e ne ha fatte commenta così: “Sia a destra che a sinistra che al centro, ammesso che queste categorie esistano ancora in modo così definito, sembra di vedere un branco di ciechi fare a cazzotti“.

A Monte Castello c’è un Sindaco uscente, Daniela Brugnossi, ricandidabile e che si ricandiderà, ma non sa ancora con chi dovrà vedersela.
A Fratta Todina potrebbe ripresentarsi l’attuale primo cittadino Giuliana Bicchieraro, ma si dice che non è poi così interessata a farlo.
A Collazzone si brancola ancora nel buio sui possibili successori di Francesco Bennicelli, sindaco per due mandati: per la continuità si fa il nome della sua attuale vice Anna Iachettini, ma non vi è nulla di ufficiale.
A San Venanzo, Marsilio Marinelli è ricandidabile essendo al primo mandato. Non dovrebbe avere problemi. Sfidanti? Ancora non è dato saperlo.

Situazione in corso di definizione anche a Massa Martana, dove il mandato di Maria Pia Bruscolotti non è rinnovabile (si ipotizza però che potrebbe candidarsi nella vicina Giano dell’Umbria). Per il centrodestra si parla della candidatura di Giovanni Barlozzari, ma siamo ancora alla fase dei sondaggi. Per il resto trapelano tante ipotesi, tutte smentite il giorno successivo.

Tra i Comuni del comprensorio alle urne quello più grande è Marsciano, l’unico con oltre 15mila abitanti e quindi con la possibilità del ballottaggio, possibilità che è praticamente certezza viste le tante liste in campo. Anche qui, come altrove,  tutto è ancora possibile. O quasi. Di sicuro bisognerà aspettare la scadenza della presentazione delle candidature e delle liste per avere idea di quante e quali saranno le forze in campo.

condividi su: