Presentazione ufficiale l'8 marzo: il suo nome ha il sostegno di Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e di una parte del mondo civico
francesca mele

L’8 marzo è la data scelta dalla Coalizione di Centro Destra per presentarsi ufficialmente ai marscianesi, con un progetto elettorale condiviso ed unitario, finalizzato a proporre alla città uno storico ed ormai necessario cambiamento della Amministrazione Comunale.
La Lega nella persona del coordinatore Ferdinando Piazzoli, Forza Italia rappresentata dal Consigliere Comunale uscente Andrea Pilati e Fratelli d’Italia con il suo Coordinatore Roberto Consalvi, insieme al mondo civico, invitano i cittadini alle 10.30, presso Sala Capitini del comune di Marsciano. Saranno presenti all’evento i consiglieri, i parlamentari e i dirigenti rappresentativi della coalizione a sostegno di Francesca Mele Sindaco in quota Lega.

“Dopo un periodo di sano confronto – si legge in una nota – tutti hanno deciso convintamente e responsabilmente di convergere, appunto, su un candidato unitario, Francesca Mele, avvocato e politico da tempo impegnata in prima linea nel panorama marscianese e con la quale tutti gli esponenti locali dei partiti di area centro destra, hanno collaborato negli ultimi anni in diverse iniziative”.

“Riteniamo – prosegue la nota – che Marsciano abbia bisogno di un radicale cambiamento e che la gente, stanca di una sorta di dittatura monocolore che non ha più nulla da offrire alla cittá, dopo 70 anni, sia pronta a dare fiducia a delle forze politiche ma soprattutto a delle persone che – per competenza, coerenza e correttezza – sono in grado di costruire un nuovo futuro per la cittá di Marsciano, lasciando alle spalle il malgoverno della sinistra al servizio degli amici e lontano dai cittadini. Finalmente una concreta opportunità per riportare Marsciano ad essere città protagonista costruttiva nella Media Valle del Tevere, a fianco delle realtà imprenditoriali presenti note per l’operosità, la vivacità e la potenzialità che le vecchie amministrazioni non hanno saputo sostenere”.

condividi su: