domenica 26 marzo 2017

Ambiente e Territorio

Discariche abusive: controlli sulla Todi-Baschi

L’azione di controllo e tutela dell’ambiente promossa dal Comune di Montecchio in accordo con le forze dell'ordine
Inceneritori: protesta in Consiglio regionale

Iconsiglieri Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari (M5S), Emanuele Fiorini e Valerio Mancini (Lega Nord) occupaneranno ad oltranza la sala di Palazzo Cesaroni
Nodo di Perugia: 73 milioni per maxi svincolo Collestrada

La previsione contenuta nell'accordo Governo, Regione ed Anas per gli interventi di riqualificazione della Orte-Mestre
Le guide turistiche “adottano” una chiesa terremotata

Le associazioni di categoria della regione hanno raccolto dei fondi per il recupero della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Caso di Sant’Anatolia di Narco
“M’illumino di meno”:  luci spente anche a Marsciano

Lo spegnimento è previsto per oggi venerdì 24 febbraio ed interesserà alcune zone del centro cittadino tra le 18.00 e le 19.00
Monte Castello si illumina di meno

Il Comune aderisce alla campagna radiofonica di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile
Rifiuti: ulteriori problematiche all’orizzonte 

La Gest, gestore del servizio, ha comunicato che, nei prossimi giorni, potrebbe interrompersi il conferimento dei rifiuti provenienti dall'impianto di selezione di Ponte Rio all'impianto di Borgo Giglione, dove viene effettuato il trattamento e lo smaltimento
Consegnate le prime 18 casette a San Pellegrino di Norcia

Tra una decina di giorni, infatti, è prevista la consegna di altre 20 casette, realizzate nel capoluogo di Norcia, in Via XX settembre
Valle dei fumi, la centralina Arpa se ne è andata

Segnalazione e commento di Elio Andreucci sul problema che interessa il Quartiere Cappuccini e tutti gli altri che si affacciano sulla Valle del Naia
Tentativo di rianimazione di un borgo: WeAreTodi

Operatori del turismo, commercio, artigianato, servizi, liberi professionisti, operatori culturali e del mondo dell’associazionismo finalmente fanno squadra e attivano una rete per affrontare meglio la crisi e le sfide del futuro e per impostare un percorso di sviluppo di Todi. Un percorso che trova sulla sua strada i tanti ostacoli che derivano dalla desertificazione abitativa della città antica e dalla presenza di una popolazione d’elité al massimo interessata a manifestazioni culturali le quali non possono pretendere, per loro natura, di far registrare “numeri da stadio”. Nata da un’idea di un neo-tuderte (si fa per dire, Alessandro Fiorini vive a Todi da più di 7 anni), WeAreTodi sarà uno strumento aperto a disposizione di tutti per dare maggior forza alle iniziative dei singoli operatori, per elaborare progetti per Todi e, soprattutto, per informare, per far conoscere le tante, tantissime risorse che esistono nella nostra città. “Ho stabilito a Todi la mia attività ricettiva (B&B) e quella professionale (creativo), ma soprattutto ho qui la mia famiglia, i miei figli, che voglio abbiano un futuro qui a Todi- dice Fiorini -. Da osservatore non tuderte ho notato la scarsa collaborazione tra i tanti protagonisti del tessuto...