martedì 17 gennaio 2017

Ambiente e Territorio

Festa dei Boschi, appuntamento a Marsciano

La manifestazione organizzata dalla regione si conclude con un appuntamento marscianese il 5 giugno
Nuove strategie anti-zanzare a Todi

Sabato 21 maggio presentazione del progetto per la gestione ecocompatibile delle aree verdi urbane
Su Facebook “Una Rondine non fa primavera”

E' partita da Monte Castello di Vibio l’iniziativa unica nel suo genere in Umbria, dedicata alle Rondini ed ai Balestrucci finalizzata al monitoraggio di queste specie e al controllo del loro stato di salute,
Rinnovata la segnaletica stradale

Lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale e di sostituzione di quella verticale in pessimo stato di manutenzione, poste all’interno del centro abitato di Madonna del Piano e lungo la S.P. 373.
Resuscitato il fagiolo dall’occhietto di Collelungo di Baschi

Per secoli è stata l’unica varietà coltivata in Europa: nota ai greci e ai romani, ebbe un’ampia diffusione nel medioevo ora, recuperato, sarà presente al centro dello spazio dedicato alla biodiversità allestito in occasione da Todi Fiorita,
Il Centro, come lo vorremmo

Una serie di proposte volte in favore della riappropriazione del Centro della città di Marsciano da parte di cittadini, imprese e turisti.
A Massa incontro sui finanziamenti del PSR

Tramite gli incontri pubblici l'Associazione Media Valle del Tevere vuole arrivare alla costruzione di una strategia di sviluppo locale di tipo  partecipativo
Si incomincia da 6,1 milioni per il Pal del Gal

il Gal della Media Valle del Tevere potrà contare su risorse iniziali pari a 6.135.775,68 euro, somma alla quale poi potrà aggiungersi una parte degli ulteriori 7milioni di euro da ripartire tra i Gal che saranno stati più bravi a programmare e a spendere nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2014-2020,
Mala tempora currunt per lupi e cinghiali

Il presidente della Cia dell'Umbria denuncia che gli animali selvatici ormai sono senza controllo effettivo
Lavori ai cimiteri tuderti

L'intervento più oneroso nel cimitero di Canonica-Pontecuti, ha richiesto una spesa di 260mila euro e ha comportato la costruzione di nuovi 45 loculi