mercoledì 22 febbraio 2017

Cultura

Il “Salvatorelli Moneta” fa il pieno di iscrizioni

Adesioni in linea con l’ottimo andamento nazionale per il Liceo e decisamente in rialzo rispetto al trend italiano per quanto riguarda l’Istituto Professionale
“La mammana” alla Biblioteca Comunale

Storia di una donna che ha come compito, prima in un entroterra rurale della provincia di Napoli poi nella stessa città partenopea, di far nascere i bambini e, talvolta di non farli nascere.
Todi ha perso Giorgio Marcou

Grande amico di Todi e dell’Umbria, fondatore del museo della Collezione Nobel Hellenica, è deceduto ad Atene
La formazione della Biblioteca del Convento di San Fortunato

Incontro che è anche un viaggio nel tempo alla scoperta di quali codici costituirono il primo nucleo della Biblioteca che si formò con i monaci Vallombrosani e crebbe con lasciti testamentari e donazioni di importanti di cardinali Francescani come Bentivenga de’ Bentivenga e Matteo d’Acquasparta.
Bombe italiane sulla Catalogna, 80 anni dopo

Dal 21 al 28 febbraio 2017, nei locali della Biblioteca comunale di Todi la mostra “Catalunya Bombardejada - Catalogna bombardata”, una mostra fotografica nata per commemorare l’80° anniversario della Guerra civile spagnola.
Concorso di poesia e fotografia “Green heart”

Il progetto dell'associazione, rivolto ai bambini della scuola IV novembre del primo circolo didattico di Marsciano
Anno da record per il Liceo Jacopone

Ben 167 studenti provenienti dalle Scuole medie del territorio hanno scelto di iscriversi al Liceo tuderte per il prossimo anno scolastico, così distribuiti: 28 al Liceo Classico, 52 al Liceo Linguistico, 41 al Liceo Scientifico, 46 al Liceo delle Scienze Umane.
Todi ricorda con affetto Jannis Kounellis

Con la morte di Jannis Kounellis, deceduto ieri a Roma all’età di 80 anni, scompare uno degli artisti più importanti della scena internazionale. Il pittore e scultore greco, considerato il maestro dell’arte povera, aveva scelto di vivere e lavorare in Italia da quando aveva 20 anni, eleggendo il nostro Paese a sua seconda patria. Nel corso della sua esperienza artistica, abbiamo avuto l’onore di averlo più volte ospite nella nostra Città in occasione di diverse edizioni del Todi Festival. Sotto la direzione artistica di Simona Marchini, nel 2000 ha esposto le sue opere all’interno della mostra collettiva “Anima” e nel 2006 è stato protagonista di una serata al Teatro Comunale all’interno della sezione incontri della kermesse. Nel 2014, sotto la direzione artistica di Silvano Spada, ha realizzato il manifesto ufficiale del Todi Festival ed ha presentato la sua installazione di coltelli nella sede del Palazzo del Vignola. Todi ricorda con affetto Jannis Kounellis, che con la sua presenza ha lasciato un’impronta significativa nella vita culturale della nostra Città.
Tentativo di rianimazione di un borgo: WeAreTodi

Operatori del turismo, commercio, artigianato, servizi, liberi professionisti, operatori culturali e del mondo dell’associazionismo finalmente fanno squadra e attivano una rete per affrontare meglio la crisi e le sfide del futuro e per impostare un percorso di sviluppo di Todi. Un percorso che trova sulla sua strada i tanti ostacoli che derivano dalla desertificazione abitativa della città antica e dalla presenza di una popolazione d’elité al massimo interessata a manifestazioni culturali le quali non possono pretendere, per loro natura, di far registrare “numeri da stadio”. Nata da un’idea di un neo-tuderte (si fa per dire, Alessandro Fiorini vive a Todi da più di 7 anni), WeAreTodi sarà uno strumento aperto a disposizione di tutti per dare maggior forza alle iniziative dei singoli operatori, per elaborare progetti per Todi e, soprattutto, per informare, per far conoscere le tante, tantissime risorse che esistono nella nostra città. “Ho stabilito a Todi la mia attività ricettiva (B&B) e quella professionale (creativo), ma soprattutto ho qui la mia famiglia, i miei figli, che voglio abbiano un futuro qui a Todi- dice Fiorini -. Da osservatore non tuderte ho notato la scarsa collaborazione tra i tanti protagonisti del tessuto...
Coppia marscianese – tuderte vince primo premio per miglior outfit steampunk

Barbara Capaccioli e Alessandro Plebani frequentano fiere del fumetto nazionali ed internazionali, partecipando ai vari contest che contraddistinguono queste fiere.