giovedì 19 gennaio 2017

Foto

Atto vandalico a Massa Martana

Nottetempo (tra sabato 5 e domenica 6) a Massa Martana è stata spaccata la bacheca del PD in piazza Matteotti e sottratta la locandina- annuncio del Convegno indetto dal Comitato  massetano per il SI al Referendum Costituzionale, in programma per sabato 19 novembre 2016 alle ore 10,00 a Massa Martana ed al quale è prevista la partecipazione del sottosegretario Bocci ed alcuni consiglieri regionali. È la prima volta che viene presa  di mira in tal modo  una bacheca politica massetana.
Transennata la chiesa di San Filippo a Todi

In seguito agli accertamenti post terremoto, è stato deciso di chiudere e transennare tutta l'area esterna della chiesa di San Filippo Benizi a Todi in Via Matteotti. Dai sopralluoghi effettuati sarebbero emersi dei danneggiamenti al tetto e al campanile della chiesa.
A Massa casa pericolante fa deviare la strada

Una casa posta sul ciglio della strada provinciale 414 all’ingresso ovest di Massa Martana, di fronte al Mattatoio Comunale, risulta pericolante. La casa, disabitata, è in condizioni fatiscenti e le scosse di questi giorni ne hanno determinato la pericolosità, tanto da far istituire una deviazione della circolazione su un breve tratto attualmente a senso unico.
Poste Todi: avviso di sciopero

Con un avviso affisso sul portone dell'ufficio postale di Piazza Garibaldi a Todi, Poste Italiane informa l'utenza che fino al 23 novembre prossimo, a causa di un'agitazione sindacale, potrebbe non essere fornito il servizio agli utenti presenti nell'ufficio postale al termine dell'orario di chiusura. Potrebbe quindi succedere che raggiunto il termine di apertura al pubblico, dopo aver atteso il proprio turno allo sportello, si venga gentilmente messi alla porta senza poter effettuare l'operazione per la quale si è atteso. Quindi, occhio all'orario!
L’incredibile dissesto della strada  di Castelrinaldi

L'asfalto in alcuni tratti è  completamente scomparso, lasciando il posto a pericolosi crateri, buche e avvallamenti
Todi: l’assessore Caprini è bugiardo e non ama la città

Il ripristino della Fontana della Rua, dopo varie pressioni da parte del Bar Pianegiani, è dovuto alla prestazione gratuita del sottoscritto che, in questi ultimi periodi ha provveduto alla sua manutenzione (cambio dell’acqua, pulizia della fontana, clorazione, immissione antialghe). Alcuni giorni fa l’assessore Caprini mi ha ingiunto di cessare questa mia prestazione che presentava rischi, essendo io non autorizzato a svolgere, seppur volontariamente, questo compito. “Non te ne preoccupare più che ci pensiamo noi del Comune”. Queste le parole che ha pronunciato Caprini, esonerandomi dall’interessarmi della Fonte. Sono trascorsi svariati giorni e la fontana, trascurata come prevedevo, si presenta con l’aquila aggredita dalle alghe, l’acqua putrita, piccioni morti che galleggiano insieme a tante altre sporcizie. Pochi giorni fa ho detto a Caprini che se non interveniva avrei denunciato all’opinione pubblica tutta la vicenda. Ebbene, egli mi ha risposto: “Fai pure. Almeno si parlerà di me, visto che ciò non accade mai”. Oggi, dopo che Epifani lo ha definito “poco brillante, inaffidabile e bugiardo”, sono costretto a confermare l’opinione di Mario, considerato che nulla è stato fatto per dare decenza a questo monumento. Le foto scattate questa mattina sono la conferma che l’assessore Caprini è inaffidabile, bugiardo e non ama Todi.
Todi: la nuova zona industriale è abbandonata

Una rarità botanica a Mezzanelli

Nel territorio di Massa Martana c'è un ridente, suggestivo paesino popolato da  una ventina o poco più  di anime e appollaiato a quota 377 metri sul livello del mare sotto la catena dei Monti Martani, a sud est del Capoluogo e di cui costituisce una delle sue 6 frazioni;  dalla sua posizione spazia a ovest su un'ampia vallata ove si snoda sinuosa,tra le colline umbre, la E 45: Mezzanelli che senza, per carità, togliere niente agli altri, forma uno dei "tre paesi belli" del massetano, come recita un vecchio adagio popolare rimato: "se vuoi vedere tre paesi belli, Villa, Colpetrazzo e Mezzanelli"; giust'appunto! Orbene in uno dei tanti bellissimi e secolari boschi di querce e cerri che lo circondano si rintraccia un'assoluta rarità botanica per queste zone:  un solo albero che non si sa come e quando e da chi sia stato messo a dimora, o  più verosimilmente se invece nato spontaneamente:  una sughera; localmente che sia proprio tale si è approssimativamente certi, sia per la sua conformazione e sia per le sue altre caratteristiche. Non molti  sanno della sua esistenza e  pochi l' hanno vista; con la sua lussureggiante chioma continua a  stagliarsi  da molti decenni  verso il cielo, aspettando magari...
Todi: Consolazione di nuovo immersa nel buio

A Todi le luci del Tempio della Consolazione sono di nuovo spente, come lo sono state per gran parte dell'estate, periodo di massimo afflusso turistico ma anche "di concomitante chiusura delle aziende fornitrici di componenti elettriche", informò giustifcandosi in modo assai poco credibile l'Etab a giustificare in modo risibile il disservizio colpevolemente prolungato (http://www.iltamtam.it/2016/08/22/illuminazione-consolazione-corsa-contro-il-tempo/). Il tempio è da giorni di nuovo con alcune parti semilluminate ed altre completamente nascoste dal buio, situazione che conferisce al monumento un aspetto grottesco e alla città la cifra della decadenza. Qui non si tratta di chissà cosa ma di semplice ordinaria e programmata manutenzione. Chissà se Todi avrà mai amministratori con un'attenzione all'altezza di tanto antico patrimonio?
Cicloturisti stranieri sostano a Massa

In questo periodo settembrino, numerosi sono i cicloturisti stranieri (generalmente tedeschi e olandesi) che provenienti da nord, sulla direttrice Perugia - Assisi - Montefalco - Trevi, transitano sovente e sostano, più o meno brevemente, a Massa Martana per una visita, per poi proseguire sempre in sella alle loro biciclette, verso Roma. Nella foto due ciclisti che si rifocillano ai piedi delle mura castellane di Massa Martana.