martedì 20 febbraio 2018

Lettere e Interventi

E lo dimostriamo citando i fatti: i Governi a guida democratica, dagli 80 Euro all'eliminazione dell'Imu sulla prima casa, passando per il reddito di inclusione per le famiglie in difficoltà ed ancora per i bonus per bebé per le mamme e per gli asili nido, i 500 Euro per i diciottenni per la loro formazione culturale,  gli insegnanti precari della Scuola assunti finalmente dopo un tempo infinito e tanti altri provvedimenti tra cui i rinnovi dei contratti degli statali fermi da tanti anni, hanno realizzato una Politica economica all'insegna della efficienza e della solidarietà, la quale, come attestato dal Ministro Calenda, fa decollare nel 2017 l' export a + 7,4% (più della Germania e quasi il doppio della Francia). Esportiamo inoltre 448 mld di beni ed abbiamo un saldo commerciale di 47,5 mld mentre, dopo dieci anni, risale il PIL. C'è ancora molto da fare, soprattutto sul versante della mancanza di lavoro per i giovani ed il PD ed il Presidente Gentiloni, il premier più amato dagli Italiani, è particolarmente impegnato su questo fronte. L'Italia, sull'orlo del baratro del 2013, preda dei mercati finanziari ricomincia a vedere la luce dello sviluppo. Ricordiamoci allora come la superficialità il menefreghismo, il pressappochismo,...

Dobbiamo purtroppo rimarcare come i nostri manifesti elettorali siano stati oggetto di imbrattature varie, scritte demenziali e tentativi di rimozione durante il corso dell ultima nottata. Al di la del gesto, di per se idiota e perfettamente inutile, che dimostra perfettamente il livello culturale e intellettivo del suo autore, vogliamo semplicemente portarlo in evidenza per testimoniare di fronte a tutti gli elettori come certa gente intenda e concepisca il concetto di  democrazia,cioè come una cosa in cui ogni voce fuori dal coro del politica mente corretto e ogni movimento che non si conformi alla sua ideologia sia una cosa che non debba avere spazio nel contesto democratico. Fermo restando che questi gesti ci lasciano del tutto indifferenti, anzi rafforzano la nostra convinzione a moltiplicare sforzi e impegno in questa campagna elettorale, confidiamo che il popolo italiano sia ormai maturo e giudichi nelle urne, come giusto che sia, i comportamenti di questi imbecilli.

Perché non ringraziare Fabio Bonini, di Montecchio, 28 anni, cordiale ed efficiente, che stamattina, dopo tre mesi esatti, ci ha consentito di riavere la linea telefonica funzionante? Mi sembra doveroso rendere pubblico il suo nome e i suoi giovani anni, e far sapere che c’è ancora in giro, sul lavoro, gente seria e affidabile. Quest’avventura telefonica prende il via il 16 novembre dell’anno passato quando una tempesta di pioggia e vento abbatte un palo che regge la nostra linea. Il cavo è troncato. Parte la segnalazione al 187. Da quando Telecom-Tim è passata in mano francese ti aspetti di conversare con una operatrice garbata, dotata di quell’ineguagliabile accento d’Oltralpe che rende frizzante anche la segnalazione di un guasto. Invece tutto è affidato ad un meccanismo vocale , senza dolcezza francese, fatto di “ digita…., quindi digita…., poi componi il numero che è ammutolito, poi componi il numero dal quale segnali il guasto e per uscire digita ….”. Immagino che tutti abbiate provato, almeno una volta, il piacere di digitare la serie di numeri che la misteriosa voce comanda. Dopo qualche momento ricevo il messaggio che è stata presa in carico la segnalazione. Arrivano i tecnici e mi dicono che il guasto è dovuto alla caduta...

Il MoVimento Tuderti 5 Stelle si preoccupa inerentemente alle voci sempre più insistenti, che riguarderebbero le sorti della Farmacia Comunale. Ci si chiede in prima battuta, perchè privare i cittadini di una loro risorsa? Il canone di gestione andrebbe a superare l'attivo di bilancio che si legge sul sito del Comune accanto alla voce Farmacia? Forse si. Allora perché finora non ha saputo rendere secondo il suo potenziale? Una possibilità: perché non ha potuto, In quanto le Amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo non hanno destinato a tale importante struttura, erogatrice di beni e servizi, l'attenzione che meritava e merita negando i dovuti investimenti. Da molti anni, troppe criticità sono state ignorate, sia logistiche che legate al personale. L'infelice collocazione connessa alla scarsità di parcheggi, l'insufficiente superficie, l'allestimento interno ormai obsoleto, la presenza di un organico troppo ridotto numericamente sia riguardo ai farmacisti che ai magazzinieri. Possiamo dire che le Amministrazioni non si sono sentite in dovere di gestire la cosa pubblica, con la volontà di trarne il massimo profitto? Evitando di destinare risorse economiche alla Farmacia, sono state private le casse comunali di un potenziale cospicuo arricchimento. In altri Comuni, anche limitrofi al nostro, la Farmacia è una vacca-grassa che sta...

Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Todi ha promosso, lunedì 12 febbraio a Pantalla, un’iniziativa sulle prospettive future dell’Ospedale della Media Valle del Tevere, che ha visto intervenire il Presidente della Giunta Regionale Catiuscia Marini, l’Assessore Regionale Luca Barberini ed il Consigliere Regionale Gianfranco Chiacchieroni. L’iniziativa, che si è caratterizzata per un’ampia partecipazione di pubblico, è stata pensata anche per rispondere alle preoccupazioni degli operatori addetti al Laboratorio Analisi, in vista della complessiva riorganizzazione di questo servizio in seno alla Usl Umbria 1, e per sgombrare il campo dalle indebite speculazioni elettorali di alcune forze politiche. come la Lega e il M5S, che hanno paventato tagli draconiani ai servizi offerti dall’Ospedale della Media Valle del Tevere e, addirittura, una sua possibile chiusura (sic!). Gli interventi della Presidente della Regione Catiuscia Marini e dell’Assessore Regionale Luca Barberini hanno fornito puntuali rassicurazioni non solo sul futuro del laboratorio analisi ma anche, più in generale, sullo stesso avvenire dell’Ospedale della Media Valle del Tevere. Infatti, è stato sottolineato con forza che la riorganizzazione della disagnostica di laboratorio, che sarà delineata coinvolgendo direttori e dipartimenti e salvaguardando pienamente le figure professionali esistenti, non comporterà la chiusura del servizio, lo scadimento della sua qualità né,...

Il Blocco Studentesco ha partecipato in massa all'iniziativa per la Giornata del Ricordo, promossa dall'amministrazione comunale per commemorare le vittime delle Foibe e gli esuli italiani. La scorsa settimana il Comune di Todi ha voluto onorare le vittime delle Foibe, organizzando una interessante conferenza nella sala del consiglio comunale. Essendo da sempre sensibili a questa tragedia che ha visto la morte atroce di migliaia di connazionali  abbiamo partecipato numerosi a questo interessante momento formativo, seguito dalla premiazione di alcuni studenti con borse di studio per tesine sulla tematica delle Foibe e poi dall'inaugurazione di una mostra. Siamo soddisfatti del comportamento dignitoso e rispettoso di questa amministrazione, a differenza della precedente che si limitava a delegare l'organizzazione della Giornata del Ricordo all'ANPI, certamente non l'associazione più titolata per parlare delle tragedia delle Foibe. Un grazie dunque agli organizzatori tra i quali il sindaco, l'assessore alla cultura, la giunta comunale e i consiglieri di maggioranza che hanno voluto ricordare degnamente gli italiani trucidati e costretti all'esilio dai partigiani titini.

Vogliamo riportate l’attenzione sulle condizioni di sorveglianza relative al territorio marscianese, anche a seguito dei numerosi furti che si stanno verificando da molti mesi e con maggior frequenza all’interno delle abitazioni, soprattutto nelle ore del tardo pomeriggio quando inizia a far buio. I furti sembra che avvengano ad “ondate” prendendo di mira ogni volta un quartiere diverso del nostro Capoluogo oppure le frazioni. Nonostante il ridotto organico del Comando dei Carabinieri di Marsciano, ridotto già da qualche tempo a sole 6 unità, dobbiamo essere grati per l’egregio lavoro svolto dai militari anche grazie al coordinamento con il Comando di Todi. Tutto questo non è però sufficiente a contrastare i furti, anche perché, in virtù del ridottissimo organico assegnato dal Ministero dell’Interno ad un territorio molto vasto come questo di Marsciano, i Carabinieri devono svolgere anche l’attività burocratica di ufficio e i militari destinati alla pattuglia sono di conseguenza troppo pochi. Fratelli d’Italia tra i primi punti inseriti nel programma elettorale ha inserito anche quello del sostegno alle Forze dell’Ordine, in quanto con gli ultimi governi di centrosinistra sono stati effettuati notevoli riduzioni di risorse umane, mezzi e tecnologie che non consentono di poter effettuare un’efficace lavoro sul territorio, al fine...

Todi Festival? Ancora tu? Non mi sorprende lo sai ? Ma non dovevamo vederci più? Nel 2016 facemmo un comunicato stampa dal titolo "Trent'anni e non sentirCI". Nel 2017 facemmo un altro comunicato stampa dal titolo "Tanto 30 che 31". Oggi non troviamo le parole per descrivere quale sia il livello di coerenza di questa maggioranza, composta da forze politiche che in campagna elettorale criticavano il Todi Festival, promettendo di abolirlo ed oggi invece seduti sulle loro poltroncine acconsentono alla realizzazione della trentaduesima edizione. Ma Lasciarti non è possibile! Come recitava la canzone, infatti in piena continuità con la precedente edizione, apprendiamo che sarà diretto da Eugenio Guarducci e anche per questa volta gli annunci non sono accompagnati dai numeri, da un palinsesto, una bozza di programma o alcun altro genere di informazioni. Ancora una volta le scelte sembrano calate dall'alto, non sembrano contemplare un festival diffuso in un maggiore arco temporale, un festival che coinvolga le frazioni e le compagnie teatrali locali, le scuole di danza locali o altre personalità legate al nostro territorio. Aspettando di conoscere nel dettaglio i programmi ed i costi, con grande rispetto per la cittadinanza, ci auguriamo sinceramente che possa dare il massimo ritorno in termini...

Forza Italia Umbria prende atto della presentazione del nuovo direttore della Sase, al quale fa i migliori auguri di buon lavoro. La nomina si muove verso quanto auspicato da tempo da parte dell’opinione pubblica. Chiaramente le vicende legate a Fly Volare, che deve ancora restituire 250.000,00 euro e l’arresto del suo presidente, avrebbero richiesto molto di più, visto che, malgrado le spiegazioni, sembra si sia operato con una certa leggerezza. Non si può nemmeno dimenticare le precise responsabilità politiche dei vertici della Regione Umbria, che hanno avallato certe operazioni senza calcolare il rischio, ed ovviamente di tutto il cda della Sase per l’indebitamento senza garanzie. ​ Non si può nemmeno sottacere la cattiva gestione dimostrata ampiamente dal continuo calo di passeggeri dal 2015 ad oggi nonché della contorta vicenda sia di FlyMarche che di Mistral. Nessuno dimentica le conferenze stampa roboanti a Palazzo Donini,tipiche espressioni di “regime”, con risultati finali poi che in un Paese serio avrebbero portato alle dimissioni anche di qualche rappresentante istituzionale…. Gli obiettivi del nuovo direttore Solimeno, che ha parlato di ulteriori servizi e di più qualità dell’aeroporto, sulla carta vanno verso la direzione sperata, anche se per un rilancio dello scalo umbro è necessario guardare a nuove rotte...

Il coordinamento comunale marscianese di Forza Italia indice per il giorno 08/02/2018 alle ore 18:30 presso la sede elettorale di Forza Italia in Marsciano, Via XX Settembre una conferenza stampa per la presentazione delle liste del movimento e del programma elettorale della coalizione di centrodestra. Come coordinatrice comunale mi ritengo molto soddisfatta dell'ottimo lavoro fatto dal coordinamento regionale per la composizione delle liste; con grande entusiasmo andremo a presentare candidati che ben conoscono il territorio umbro, in quanto ricoprono o hanno già ricoperto incarichi attivi di amministrazione. Tra questi nomi anche quello di Laura Buco, già assessore di uno dei comuni della Media Valle del Tevere, sostenitrice di molte iniziative politiche nel nostro comune. Il segnale che vuole dare Forza Italia è quello di ripartire con una grande spinta da parte di chi ben conosce e vive le problematiche della nostra regione. Sarà compito della consolidata squadra di Forza Italia quello di declinare i dieci punti del programma adattandoli alle esigenze dell'Umbria, ora più che mai bisognosa di un netto cambio di direzione. Sostenere il nostro movimento in questa delicatissima fase è anche l'unico modo che i cittadini hanno per dimostrare vicinanza e supporto a chi come noi ha speso e...