mercoledì 15 agosto 2018

Lettere e Interventi

Le leggi speciali 230 del 1978 e 545 del 1987 e i due rifinanziamenti delle stesse hanno generato un investimento statale sulle due città di Todi e Orvieto di complessive lire 433 miliardi, di cui lire 290 mld per le opere di consolidamento, sistemazione idrogeologica e connesse della Rupe di Orvieto e del Colle di Todi, da secoli oggetto di frane e dissesti e resesi indifferibili dalla metà degli anni settanta e lire 143 miliardi per interventi di recupero, restauro, conservazione e valorizzazione di edifici e beni ed opere di loro pertinenza. Dal riparto dei fondi contenuto nella più corposa legge 545 e da una valutazione di massima, non disponendo degli atti di contabilità finale, è possibile considerare che dei 433 miliardi di vecchie lire, circa 279 mld siano stati investiti nella città di Orvieto, di cui 187 per il consolidamento della Rupe e...

Leggiamo con stupore le dichiarazioni del capogruppo del PD che, in maniera raffazzonata, tenta di confutare a suo modo e piacimento i dati del Turismo di Todi, che oltre ad essere molto positivi stanno a testimoniare una tendenza di crescita organica che a Todi non si vedeva da qualche anno. La crescita riguarda sia il comparto del turismo straniero che i flussi riguardanti i visitatori italiani, che dimostrano di apprezzare sempre più la nostra città ed il territorio circostante. Appare evidente che le polemiche gratuite di chi mette in discussione persino i dati ufficiali, certificati dalla Regione Umbria, siano assolutamente strumentali e volte a penalizzare il nostro territorio solo per meri scopi politici. E desideriamo esprimere il nostro più gradito apprezzamento per il grande lavoro messo in campo dall' Amministrazione Comunale circa le politiche del Turismo, che stanno dando ottimi frutti; l'Ufficio informazioni turistiche, gestito in collaborazione con Coop Culture, svolge un grande servizio, finalmente con orari adeguati, con professionalità ed organizzazione capillare, il programma delle manifestazioni culturali è stato pubblicizzato con adeguato anticipo e promosso attraverso competenti uffici stampa nazionali per i singoli eventi; inoltre il Centro Storico è sempre più fruibile ed accogliente, con gli addetti al decoro che si...

Gentilissimo Signor Ministro, sono costretto a scriverLe di nuovo per rispondere a quanto da Lei affermato nella trionfalistica dichiarazione apparsa ieri sulla Sua pagina Facebook. Davvero la Sua risposta ha lasciato esterrefatti tutti noi genitori. Per diversi motivi. Lei afferma: “L'Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria ha comunque ascoltato le esigenze dell'Istituto e ha assicurato lo sdoppiamento della classe”. Mi permetta, l’Ufficio Scolastico Regionale (USR) avrà pure ascoltato le nostre richieste, ma non ha dato loro seguito, infatti non ha proceduto, come da noi richiesto, alla formalizzazione dell’inserimento nell’organico di fatto di una nuova classe. Non so chi l’abbia informata, ma Le assicuro che l’USR NON HA ASSICURATO LO SDOPPIAMENTO DELLA CLASSE, come Lei afferma, laddove SDOPPIAMENTO è da intendersi come COLLOCAZIONE IN ORGANICO DI UNA NUOVA CLASSE.

Quello di  Asproli – Porchiano  è uno dei Cimiteri più piccoli del territorio tuderte,  ma  questo non basta a renderlo privo di pericoli e di inadeguatezze più o meno rilevanti. Primo elemento di stupore per il gruppo di lavoro del MoVimento Tuderti 5 Stelle deriva dalla constatazione di una assoluta mancanza di uno steccato esterno, a tutela dei visitatori, delle loro automobili  e di chi transita nella strada sottostante. Sottostante sì perché questo Cimitero si trova, rispetto alla strada, sopraelevato  di qualche metro e presenta un viottolo di accesso, parallelo  alla strada stessa,  percorribile da una sola vettura  (situazione molto simile a quella di Duesanti-Petroro ma con un dislivello superiore ). La pendenza che si viene a creare  perciò non è solo quella della stradina di pertinenza cimiteriale ma pure quella che separa la stessa dalla strada asfaltata; le due strade, trovandosi molto vicino creano una   pericolosa scarpata che, come già detto, non è  protetta. Inoltre, adiacente al Cimitero corre una carrareccia che viene utilizzata come parcheggio (per forza di cose, non ci sono infatti altri spazi disponibili, a parte la stradina), e su questa  è presente un tombino completamente aperto. All’interno del Cimitero  si può apprezzare una chiesetta recentemente ristrutturata, tenuta...

I genitori degli alunni iscritti alla prima classe, indirizzo scientifico, del Liceo “Jacopone da Todi” apprendono con sorpresa e preoccupazione quanto reso noto dal Dr. Giovanni Antonelli, rappresentante dei genitori nel Consiglio di Istituto del Liceo tuderte, che ringraziano, tramite la Sua lettera aperta indirizzata al Ministro dell'Istruzione e pubblicata il 10.8.18 sulla stampa locale. Appare infatti evidente che la decisione dell'Ufficio Scolastico Regionale di assegnare al Liceo Jacopone da Todi soltanto 6 (sei) prime classi rischia di penalizzare in primo luogo gli studenti che hanno scelto l'indirizzo scientifico che, stando a quanto si legge nella lettera del Dr. Antonelli, pur essendo in numero di 39, non potranno vedersi riconosciute due classi risultando essi in numero inferiore a quelli che hanno scelto gli indirizzi linguistico e scienze umane (che si vedranno riconosciute due prime) ed in numero superiore a quelli che hanno scelto l'indirizzo classico che comunque sono in numero adeguato per essere accolti in una sola classe. La notizia preoccupa non solo per le evidenti difficoltà nell'insegnamento che ciascun docente dovrà affrontare nella gestione di una classe così numerosa e che, inevitabilmente, si ripercuoteranno sulle potenzialità di apprendimento dei nostri figli, ma anche per le difficoltà logistiche di sistemazione all'interno...

La Giunta Ruggiano non ha nessuna strategia ne visione futura per consolidare ed aumentare le presenze in città di turisti o per rilanciare il Centro Storico. In un anno non è stata messa in campo nessuna nuova manifestazione di largo respiro che possa valorizzare il nostro territorio ed attrarre visitatori, anzi, alcune importanti iniziative sono state addirittura chiuse, per poi vederle usate con le stesse formule in altre città dell’Umbria! Quello che non è mancato sono stati i contributi pubblici per manifestazioni di svago o passatempo. Ovviamente è importante anche questo aspetto più "giocoso", ci mancherebbe, ma un’Amministrazione di una città di Cultura e Arte come Todi, non si può e NON SI DEVE concentrare solo su questo. Se poi mettiamo in fila gli eventi che non hanno avuto alcun beneficio per la città, anzi in alcuni casi si sono dimostrati dequalificanti... la lista comincia ad essere imbarazzante. Rilanciare il centro storico aumentando la TARI alle attività commerciali, consentendo la costruzione di un nuovo centro commerciale e chiudendo Piazza del Popolo, non sembrano essere azioni tese a questo obbiettivo! Oltretutto, se poi in campagna elettorale si è detto l’esatto contrario... La maldestra operazione mediatica di far sembrare che le presenze in...

Il Senato "stecca" e, votando tutti con leggerezza estiva, tolgono le risorse per riqualificare le aree periferiche italiane, anche a Perugia. Bisogna sempre leggere bene, prima di votare, perché taluni sono bravi a "mimetizzare" veri e propri "emendamenti trappola". Ora tutti promettono di "riparare", a settembre, come a scuola. Vedremo che succederà. Per il resto, buon Ferragosto ai tanti, dicono sei su dieci, che in settimana saranno in vacanza. Io non ci vado, in vacanza, preferisco il lavoro e le attività editoriali. Un pensiero alle tante, troppe, famiglie in difficoltà in Umbria, oltre 30.000, a cui dovremmo dedicare più attenzioni. Allarma il dato umbro con 15.000 posti di lavoro persi, in dieci anni.  Già, numeri, "forse" estivi, che ci chiamano ad un vero cambiamento, nel 2020...  

OGGETTO: Bacheche in Corso Cavour Premesso che - lungo le mura che costeggiano Corso Cavour, nel centro storico del Comune di Todi, sono affisse da anni una serie di bacheche utilizzate dalle forze politiche a fini informativi e propagandistici - l'amministrazione ha fra i suoi impegni primari la tutela del decoro urbano - parte delle suddette bacheche si sono deteriorate, assumendo un aspetto esteticamente poco consono al luogo in cui sono affisse Preso atto che - oggi, i partiti e le forze politiche hanno a disposizione molteplici mezzi di comunicazione capaci di sostituire la funzione svolta in passato dalle bacheche - la frammentazione politica, lo scioglimento di alcuni partiti e la nascita di nuovi, fa si che vi siano partiti che possono usufruire anche di due bacheche e partiti che non ne abbiano a disposizione nessuna, determinando una disparità che, seppure poco rilevante, non è mai stata colmata Valutato che - molti cittadini evidenziano ormai l'irrilevanza funzionale delle suddette bacheche ai fini politici, sottolineando, al contrario, un danno estetico ad una delle aree più frequentate della nostra città Tutto ciò premesso, il sottoscritto consigliere Comunale, chiede che il Consiglio deliberi la presa in carico da parte del Comune di Todi delle suddette bacheche, che si proceda a rimuovere...

La richiesta di audizione dei Prefetti di Perugia e Terni del Consigliere regionale Leonelli alla Commissione d’inchiesta analisi e studi su criminalità organizzata, infiltrazioni mafiose, tossico-dipendenze, sicurezza e qualità della vita, pur con gli ironici richiami ai contenuti delle campagne elettorali del centrodestra in materia di sicurezza, dopo la pubblicazione il rapporto Geoverdose del primo semestre 2018 che assegna all’Umbria il triste primato per le morti per droga, merita la massima attenzione. Nel luglio scorso abbiamo diffuso un comunicato stampa in cui chiedevamo, come Popolo della Famiglia, l’attenzione dei Sindaci e dei Prefetti alla problematica della apertura di punti vendita della cosiddetta Cannabis light e del drastico e netto parere del CSS del 10 aprile scorso in cui si documenta un legame strettissimo fra l'assunzione della cannabis e il deterioramento cognitivo. C’è altresì una correlazione strettissima fra la legislazione sulla Cannabis - la legge ha sempre effetti sul costume e le consuetudini di una società (ndr) - che ha avviato un vero e proprio di degrado sociale finalizzato anche alla legalizzazione delle droghe leggere, ed il dato delle morti per overdose e della criminalità legata allo spaccio, perché è staticamente documentato come gli abituali consumatori di cocaina ed eroina hanno prima...

Una nuvola bianca si staglia all’orizzonte, polvere, ed esce dall’impianto di una ditta di S. Eraclio che produce catrame e ricicla rifiuti speciali che la normativa non a caso ha classificato come INDUSTRIA INSALUBRE DI I° CLASSE (Allegato al D.M. 5 settembre 1994 lett. b punti 13 e 27) previste dalle Leggi sanitarie. Il fatto è che quella polvere, ed anche dei fumi diversamenti colorati, grigi, neri, bianchi ecc. che fuoriescono dalle ciminiere di questa industria insalubre (specialmente nelle prime ore del mattino), vengono rilasciati in atmosfera Il WWF chiede, in regola con le necessarie certificazioni/autorizzazioni? Detti fumi odorigeni e nuvole pulverulente, non promettono nulla di tranquillizzante atteso che, per il noto fenomeno meteorologico che grava sull’intera conca del folignate, chiamato “inversione termica”, detto fenomeno non permette a quelle sostanze di disperdersi in atmosfera, ma le fa stazionare “in sospensione” a poche centinaia di metri d’altezza. Il gioco delle correnti poi, sempre presente, può trasportare queste sostanze disperse, in ogni dove, anche interessando il vicino centro abitato di S. Eraclio (ma non solo). Il fall-out, inizialmente in quota (di queste sostanze gassose e pulverulente), viene poi disperso per ricaduta e gravità, “spolverando” tutte le...