Rifondazione comunista anticipa i temi del programma del centrosinistra tuderte
caprini

Mentre continua incessante il lavorio dei partiti per la definizione delle liste dei candidati al Consiglio comunale (a breve un aggiornamento sugli ultimi sviluppi in casa diessina), c’è chi ritiene sia arrivato il momento di iniziare a parlare ai cittadini dei programmi. Ad uscire per primo allo scoperto è Andrea Caprini di Rifondazione comunista, partito che in verità fin dall’inizio ha sollecitato gli alleati a confrontarsi sulle cose da fare.
“Rifondazione Comunista – scrive Caprini – esprime soddisfazione per il programma del centro sinistra che in questi giorni sta per essere terminato. Il documento, che ha visto la partecipazione di tutte le forze politiche insieme ad Alessandro Servoli, accoglie molte nostre proposte e testimonia la sensibilità e la disponibilità al confronto del candidato sindaco del centro sinistra per un progetto all’insegna della innovazione, della partecipazione e della inclusione sociale.
La valorizzazione delle frazioni e del territorio, la riqualificazione del centro storico, una politica culturale che si fondi sulle iniziative dei cittadini, il protagonismo dei giovani, il mantenimento nell’attuale struttura ospedaliera di servizi sanitari, sono solamente alcuni esempi di questioni da noi sollecitate nel corso dell’ultimo mandato e oggi presenti nel programma.
La politica non è una scienza esatta – sottolinea Caprini – ma su queste basi riteniamo che la vittoria dell’Unione e del candidato Alessandro Servoli sia a portata di mano, al di là dei nomi di probabili competitori dell’ultima ora. Vincere però non basta, occorre che la qualità della proposta politica coincida con la qualità di una amministrazione che accanto al riconoscimento del diritto dei cittadini ad avere infrastrutture e servizi che funzionino, investa sulla politica e sulle capacità progettuali di una città intera per lo sviluppo e la qualità della vita dei tuderti”.

condividi su: