In Umbria la tornata elettorale amministrativa è un mini-test

Nove le città al voto (Bettona, Cascia, Deruta, Monteleone di Spoleto, Todi e Valtopina nella provincia di Perugia; Attigliano, Narni e Parrano in quella di Terni); circa 50 mila i cittadini chiamati alle urne; ventiquattro i candidati a sindaco, sostenuti da quaranta liste collegate. Sono i numeri che caratterizzano in Umbria la tornata amministrativa del prossimo 27 e 28 maggio.
In soli due casi, a Todi e a Narni (gli unici Comuni con più di 15 mila abitanti), sarà possibile andare al ballottaggio qualora nessuno dei candidati superi al primo turno il 50% delle preferenze.
A parte Todi, vediamo quale è la situazione in altre realtà vicine. A Deruta il sindaco uscirà fra Alvaro Verbena della lista “Lavoro e Progresso” (centrodestra), Remo Patacca (Insieme per Deruta) e Gianfranco Poli dell’Unione democratica (centrosinistra). A Bettona la sfida è fra tre liste civiche capeggiate da Lamberto Marcantonini (Quadrifoglio), Stefano Frascarelli (lista per l’ambiente) e Tiziano Uccellini (Il Ponte). A Narni la partita si gioca invece fra Gabriele Schiavoni (centrodestra), Stefano Bigaroni (centrosinistra) e Mario Persio (Rifondazione-Uniti per Narni).

condividi su: