Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il nuovo sistema sarà sperimentato in Umbria

Più burocrazia quest’anno per chi vorrà cacciare in Umbria per aiutare l’Osservatorio faunistico regionale a perfezionare le scelte programmatiche, attuando una gestione della fauna, prelievo compreso, anche nell’interesse dei cacciatori. In più un “piccolo sforzo per compilare un tesserino un pò più articolato, ma sicuramente più utile, nell’interesse prima di tutto proprio dei cacciatori”.
E’ quanto ha affermato l’assessorato regionale alla caccia in merito all’adozione del nuovo tesserino venatorio. Il nuovo tesserino viene sperimentato proprio in questa stagione venatoria 2007-2008. La nuova impostazione del tesserino permette la lettura ottica, il che garantisce disponibilità di una cospicua mole di informazioni, elaborabili statisticamente, in tempi sufficientemente brevi.
Quello in dotazione negli anni scorsi infatti, per come era strutturato, non forniva sufficienti informazioni nè dal punto di vista quantitativo nè qualitativo. La conoscenza di quanti capi sono stati abbattuti in ogni Atc ed in ogni giornata di caccia permette ad esempio di valutare con precisione l’entità del prelievo venatorio in ogni ambito.
Gli stessi dati indirettamente consentono una stima delle diverse popolazioni faunistiche presenti nel territorio regionale e della loro distribuzione.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter