Si è svolta a Todi l'assemblea regionale del partito, dalla quale è venuta la conferma del ruolo leale e costruttivo che si intende esercitare

Todi si rivela centro nevralgico della vita politica regionale. La conferma viene anche dallo svolgimento in città dell’assemblea regionale del Movimento dei Repubblicani Europei, aperta da una relazione del segretario David Lazzari, il quale ha sottolineato l’impegno coerente dei Repubblicani Europei per un progetto che affonda le radici nella storia della tradizione repubblicana.
“I repubblicani, piccolo partito con una grande cultura politica – ha detto Lazzari – hanno questo progetto nel loro DNA e per tale motivo sono stati membri fondatori dell’Ulivo sin dall’inizio. Oggi partecipano al percorso costituente del Partito Democratico a tutti i livelli con l’obiettivo di apportare al nuovo soggetto politico le idee e la cultura della loro antica ma attuale tradizione politica. Al di là del peso elettorale contingente dei Repubblicani, questa cultura ha un vasto potenziale consenso tra tanti cittadini che oggi guardano con interesse al Partito Democratico”.
La riunione si è conclusa con un documento che afferma il ruolo leale e costruttivo, ma anche propositivo e non di facciata dei Repubblicani nel Partito Democratico, “affinché sia un luogo di confronto aperto di idee e di persone, capace di non deludere le speranze di chi crede nella possibilità di rinnovare la politica a tutti i livelli”.

condividi su: