Condividi su facebook
Condividi su twitter
Si nascondeva in casa della suocera in una località al confine tra Romania e Moldavia
carcere-sbarre
La terza “belva” di Ramazzano è finita in gabbia a casa sua in Romania, prima di essere riportato in Italia.
E’ così finita la fuga del 23enne  Dorel Gheorghita, 23 anni, arrestato dalla polizia rumena, in casa della suocera in un paese al confine tra Romania e Moldavia, in collaborazione con i carabinieri del comando di Perugia e del Rac (reparto crimini violenti del Ros).
Anche per il 23enne, come gli altri due già presi, il domicilio ufficiale in Italia era in Piemonte, a Serravalle Scrivia (Alessandria), e questa emigrazione nord-sud per compiere rapine ed omicidi sarà sicuramente oggetto di un interessante filone dell’indagine, perché non ci si muove in gruppo andando così a colpo sicuro se non c’è un “faro” che guida

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter