Condividi su facebook
Condividi su twitter
Complimenti di Catiuscia Marini a Walter Orlandi ed a tutti i suoi collaboratori
walter-orlandi

L’Azienda Ospedaliera di Perugia ed il suo direttore generale, Walter Orlandi, sono sugli scudi dopo che la Presidente della Regione Umbria ha affermato che “è particolarmente significativo ed importante il fatto che il bilancio dell’Azienda Ospedaliera di Perugia si chiuda con il segno positivo”, nonché “le buone pratiche di questa Azienda, sia economiche che di attività sanitaria, concorrono in maniera considerevole alla qualità di tutto il sistema sanitario regionale”

 Nell’occasione Catiuscia Marini ha rilevato che “Il 2013 è stato un anno di buoni risultati per la sanità umbra. “Un risultato  ottenuto grazie ad un lavoro di squadra che ha visto protagonisti, assieme agli amministratori dell’azienda e regionali, i medici, il personale infermieristico e gli stessi cittadini.”.
“Questo – ha aggiunto – ci ha consentito di essere la prima Regione benchmark per la definizione dei costi standard che saranno da ora il parametro di riferimento per la definizione delle risorse del Fondo sanitario nazionale spettanti alle Regioni.
Una scelta, quella dei costi standard – ha rilevato – che abbiamo voluto come Regioni, e che rappresenta una sfida per tutto il sistema e richiama alla responsabilità di chi amministra la sanità pubblica. Ciò, inoltre, ci consentirà di andare al superamento della vecchia pratica dei tagli lineari del Fondo sanitario, pratica che penalizzava soprattutto le realtà più virtuose come quella umbra”.
 
“Questi buoni risultati – ha detto ancora la presidente Marini – rappresentano per tutti certamente un motivo di orgoglio, ma ci impongono soprattutto una maggiore responsabilità.
A partire da quella di proseguire il lavoro di attuazione della riforma del sistema sanitario regionale, grazie alla quale abbiamo potuto anticipare le stesse linee guida nazionali in materia di riqualificazione, riorganizzazione e riduzione dei costi della sanità”.

La presidente Marini ha annunciato che la prossima settimana la Conferenza Stato-Regioni definirà il riparto del Fondo sanitario per il 2013 e che successivamente – probabilmente nel prossimo mese di gennaio – si andrà alla sottoscrizione del nuovo Patto per la salute: “Un patto che, per i suoi contenuti innovativi basati essenzialmente sul principio di responsabilità, ci consentirà di poter salvaguardare l’autonomia dei sistemi sanitari”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter