Nuova azione della Procura di Spoleto che ha messo sotto sequestro la struttura realizzata con i fondi raccolti dalle iniziative solidaristiche di TG La7 e Corriere della Sera
centro Boeri

La procura di Spoleto non si ferma e, dopo la Casa di Ancarano, ha messo sotto sequestro anche il Centro Polivalente Boeri realizzato nel 2017 a Norcia. La struttura era stata realizzata grazie ai fondi raccolti dalle iniziative del TG La7 e del Corriere della Sera, in favore delle zone terremotate di Norcia.
Le motivazioni del sequestro sarebbero analoghe a quelle che hanno portato all’inquisizione del Sindaco Alemanno per la Casa di Ancarano, cioè aver realizzato un’opera edilizia che ha caratteristiche della non temporaneità, sfruttando le norme agevolative sulle aree terremotate, ma che sono riservate, appunto, solo a strutture temporanee.
Il discrimine tra questa distinzione, sarebbe la platea in cemento armato che è stata realizzata alla base al fine di sostenere le strutture in legno che costituiscono il Centro Polifunzionale.
Il TG La7 si è scagliato con il suo direttore Mentana, contro il provvedimento preso dal PM di Spoleto, preannunciando che “se tutto finirà nel nulla come immaginiamo, saremo noi a ricorrere alla magistratura per il danno reputazione che abbiamo subito”.
L’architetto Boeri, intervistato da La7, ha spiegato che il fatto che la struttura sia stata realizzata in una fase di emergenza è indiscutibile, come pure il fatto che la struttura sia temporanea.
Sulla questione è intervenuto anche il consigliere regionale Claudio Ricci, per il quale “il nuovo Governo, se potrà nascere e camminare, deve subito intervenire per dotare la ricostruzione di più risorse certe “per cassa”, norme più chiare e semplici che possano semplificare e più poteri a sindaci e presidenti di Regione. Questa é una priorità per il paese e occorre nominare un Commissario di Governo con esperienza specifica e autorevolezza politica”.
Ricci esprime “ampia e totale solidarietà al bravo Sindaco di Norcia e al mirabile Architetto Stefano Boeri che ho il privilegio di conoscere bene entrambi apprezzando e ammirando serietà, onestà, trasparenza, rigore tecnico professionale e politico”.

condividi su: