L'Agenzia Ansa avrebbe appreso, probabilmente da fonti inquirenti, che le indagini potrebbero avere ulteriori sviluppi
guardia-di-finanza-1

E’ un indagine “destinata ad allargarsi” quella condotta dalla guardia di finanza su una decina di concorsi per assunzioni all’ospedale di Perugia che sarebbero stati pilotati. Lo ha appreso l’ANSA. L’indagine si incentra sull’ospedale del capoluogo umbro. Ma potrebbe estendersi – secondo quanto si è appreso – anche ad altri settori della sanità e della politica legata al Pd.

L’indagine – condotta dalla guardia di finanza – ha portato agli arresti domiciliari l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini, dimessosi, il segretario umbro del Pd, Gianpiero Bocci, con il partito già commissariato, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Emilio Duca e quello amministrativo Maurizio Valorosi. Indagata la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini. Complessivamente l’inchiesta sui concorsi pilotati all’ospedale di Perugia coinvolge al momento 35 persone. Si concentra su 11 concorsi per una trentina di assunzioni tra medici, infermieri e personale ausiliario.

condividi su: