La Procura di Perugia chiede la proroga del provvedimento per gli indagati nell’inchiesta sui concorsi truccati della sanità umbra
ospedale-di-perugia

Sono stati chiesti ulteriori 30 giorni di arresti domiciliari per i tre indagati eccellenti nell’inchiesta sui concorsi truccati della sanità umbra. La Procura di Perugia, ha infatti ritenuto ancora indispensabile prorogare il provvedimento di arresto per Giampiero Bocci, Emilio Duca e Maurizio Valorosi, in quanto le indagini ancora in corso sui concorsi truccati, necessita di investigazioni particolarmente complesse per l’accertamento dei reati e il non sottostare più all’obbligo della sospensione dai pubblici uffici, risulterebbe di intralcio alle indagini ancora in corso.

Oltre a Bocci, Duca e Valorosi, il provvedimento della Procura riguarda anche quattro dipendenti dell’azienda ospedaliera di Perugia, già sospesi dal servizio.

condividi su: