La quarta edizione va in archivio aumentando la qualità della rassegna
Wine Show Todi mostra mercato ok

Obiettivo centrato per Wine Show a Todi che nella quarta edizione appena conclusa continua a salire di livello in una costante crescita anno dopo anno. Tengono le presenze rispetto al 2018 grazie al successo delle iniziative collaterali e anche in virtù della nuova formula della mostra mercato che, contrariamente alla passata edizione, prevedeva un ingresso a pagamento anche per i visitatori che non degustavano. Una scelta mirata per venire incontro alle esigenze dei produttori e continuare ad aumentare la qualità di un evento che punta non solo a fornire una vetrina alle cantine di tutta Italia, mettendole a confronto con il meglio delle produzioni locali, ma soprattutto ad amplificare l’esperienza della degustazione valorizzando luoghi unici e indimenticabili.

Grande successo in questo senso per il Sunset Wine al Nido dell’Aquila che sabato 8 giugno ha fatto da cornice al rinnovato gemellaggio con il Due Mari Wine Fest di Taranto. I numerosi visitatori hanno potuto degustare una selezione di vini e prodotti tipici pugliesi davanti a un eccezionale tramonto e ad una emozionante esibizione di tango. Importante e significativa l’iniziativa con la quale, sempre al Nido dell’Aquila, si è aperta la manifestazione nella serata di venerdì 7 giugno. Durante lo show cooking di gala con la chef Catia Ciofo sono stati infatti assegnati i premi, coordinati dalla critica e giornalista Chiara Giorleo, alla presidente dell’Associazione nazionale delle Donne del vino, Donatella Cinelli Colombini, alla giornalista svedese Asa Johansson, alla direttrice della scuola di alta formazione di sala Intrecci, Marta Cotarella, e a Niccolò Mario Zanchi, cofondatore del tour operator digitale sull’esoterismo Gotto Wine Tour.

Di assoluto livello le masterclass proposte in collaborazione con l’Ais. Veramente indimenticabile come da titolo, “Un4gettable”, la degustazione condotta dal miglior sommelier d’Italia Ais 2016, Maurizio Dante Filippi, con i quattro migliori vini al Mondo secondo la classifica stilata da Wine Spectator. Interesse anche per “Doc Excellence” con la quale invece Gianluca Grimani, responsabile per l’Umbria della guida Vitae, ha accompagnato i partecipanti a scoprire le mille sfaccettature del Grechetto di Todi.

Anche nell’edizione 2019 si è confermato il gradimento, in particolare dei visitatori stranieri, per il Wine Tour, la degustazione a cura della Fisar di Orvieto che ha abbinato all’assaggio dei vini della Strada del Cantico un viaggio nella storia di Todi e dell’Umbria affacciati dal suggestivo balcone del Nido dell’Aquila.

Archiviata la summer edition a Todi si è già al lavoro per l’edizione invernale che si terrà il 7, 8 e 9 dicembre al palazzo del Popolo di Orvieto. Dal 21 al 23 giugno intanto Wine Show sarà al Due Mari Wine Fest di Taranto per ricambiare il gemellaggio e proporrà la masterclass “La dolce Umbria”, il grechetto di Todi nella sua declinazione dolce in abbinamento a dolci tipici umbri.

condividi su: