La piccola paziente dalla mattinata di martedì respira autonomamente
ospedale-rianimazione

Confortanti notizie arrivano dall’ospedale Bambino Gesù di Roma sul conto della bambina di tre anni rimasta vittima domenica scorsa di un principio di soffocamento dopo essere caduta in una piscina nei pressi di Todi. La prognosi resta riservata, ma la piccola paziente dalla mattinata di martedì respira autonomamente, è quanto fanno sapere i sanitari del nosocomio romano.
La bambina si trova ancora ricoverata nella struttura di Rianimazione, dove era stata trasferita in elisoccorso nel pomeriggio di domenica dal S.Maria della Misericordia, ma le sue condizioni generali vengono definite buone.
Già le prime fasi di soccorso effettuate da una equipe del 118 partita dal vicino ospedale di Pantalla erano state importanti vista la criticità della situazione. Messa in sicurezza dai medici rianimatori dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, la piccola paziente era stata trasferita al reparto di Rianimazione dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù dove prosegue il monitoraggio dei parametri vitali.

condividi su: