Provvedimento nazionale che prevede l'avvio della spesa già nel 2019 dei primi 263 interventi per oltre 315 milioni di euro
fiume

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dato il via alle azioni previste nel Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico, concordato con le Autorità di Bacino, i Commissari di Bacino ed i Commissari per l’Emergenza insieme alle Regioni, che prevede l’avvio della spesa già nel 2019 dei primi 263 interventi per oltre 315 milioni di euro. Di questi, oltre 7,5 milioni di euro saranno destinati alla Regione Umbria per finanziare interventi su frane, fiumi a rischio alluvione e risolvere situazioni di incolumità per cittadini e manufatti.

Sul provvedimento, è intervenuta la deputata 5Stelle, Tiziana Ciprini: “Ad oggi il nostro Paese sta pagando le conseguenze di decenni di incuria ed è per tale motivo che il Governo intende puntare sulla prevenzione e non sugli interventi che seguono i disastri: ci vorranno anni per recuperare il gap che si è creato tra le esigenze che ci sono sui territori e quanto fatto realmente. Tuttavia, questi provvedimenti, permetteranno di avviare i cantieri velocemente creando anche lavoro in tanti comuni, con opere diffuse utili per la collettività. Le situazioni critiche sono tantissime, ma intervenire sul doppio binario della prevenzione e della cura dell’ambiente con procedure veloci e fondi ad hoc, è sicuramente la strada giusta per risolvere i problemi”.

condividi su: