L'uomo ha usufruito della tempestività dei soccorsi, facilitati dalla breve distanza tra il luogo dell'evento e la postazione del 118
droga

È stato trasportato in ospedale con codice della massima gravità un uomo di 45 anni, italiano, residente a Perugia, soccorso dagli operatori del 118 nel tardo pomeriggio di martedì, vittima di una overdose di sostanze stupefacenti. Già sul posto, in via Cortonese, si era proceduto con una “massiccia dose di farmaci salvavita“, come ha tenuto a specificare  il dottor Paolo Groff, direttore del Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia.

Nel frattempo, in sala rossa era stata allertata una equipe di emergenza, che ha proseguito nell’attività svolta dai primi soccorritori, iniziando il monitoraggio dei parametri vitali. “Il paziente ha sicuramente rischiato la vita — aggiunge Groff nella nota diffusa dall’ospedale —  ha usufruito della tempestività dei soccorsi, facilitati dalla breve distanza tra il luogo dell’evento e la postazione del 118, elementi questi risultati decisivi anche per la risposta delle terapie”. Dopo le cure, l’uomo ha ripreso conoscenza.

condividi su: