L’assessore all’ambiente di Massa Martana Franco Valli fa il punto sulla situazione della percentuale di raccolta differenziata, che attualmente è al 65,04%
comune massa

A Massa Martana il confermato assessore all’ambiente Franco Valli, si prepara al raggiungimento della soglia prevista dalla Regione per la raccolta differenziata.

“Obiettivo regionale per l’anno 2019 – dice Valli – è il raggiungimento della percentuale della raccolta differenziata pari al 72%, a differenza del 2018  fissata al 65%. Alla soglia del primo semestre 2019, nel territorio comunale c’è stato un incremento di raccolta differenziata di circa 3,5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2018, attestando la percentuale al 65,04%. In particolare si è registrato un calo del conferimento dei rifiuti in discarica (indifferenziati) e negli impianti di trattamento (differenziati) dei rifiuti di oltre 10 tonnellate. I rifiuti indifferenziati conferiti in discarica sono diminuiti in detto periodo di oltre 25 tonnellate e contemporaneamente sono invece aumentati di circa 15 tonnellate i rifiuti differenziati conferiti negli impianti di trattamento”.

Per il raggiungimento delle percentuali di raccolta fissate dalla Regione, nella seconda parte del 2019, il Comune di Massa Martana modificherà la raccolta della frazione organica, che passerà da stradale a domiciliare, sensibilizzando tutte le utenze domestiche di periferia e campagna ad utilizzare il compost domestico, in modo da ridurre i rifiuti organici presso gli impianti di trattamento e le volumetrie di cassonetti sul territorio. 

“Per questo – prosegue Valli – si ricorda che per l’utilizzo del compost, l’Amministrazione Comunale negli scorsi anni ha deciso di ridurre la TARI del 15%. Questi risultati sono stati significativamente raggiunti grazie alla cittadinanza che da anni è molto attenta e risponde sempre positivamente alle novità e cambi di metodologia della raccolta dei rifiuti.
Nel prossimo periodo si cercherà di attivare anche incontri con la stessa, al fine di recepire problematiche in merito alla raccolta e differenziazione dei rifiuti, allo scopo di raggiungere le percentuali fissate dal piano regionale. Saranno promossi anche incontri educativi volti alla riduzione dei rifiuti ed alla sensibilizzazione della differenziazione degli stessi con gli studenti delle scuole locali”.

condividi su: